Home Rubriche Alta velocità a Chiusi. Chiodini, presidente Unione dei Comuni “Intervenire sulla viabilità”. Il...

Alta velocità a Chiusi. Chiodini, presidente Unione dei Comuni “Intervenire sulla viabilità”. Il Sindaco di Magione sottolinea l'importanza di incrementare i collegamenti con le città lacustri

Condividi

(Rassegna stampa. Dalla Nazione Umbria)

Che dalla tarda primavera del 2019 i treni dell’Alta velocità fermeranno anche a Chiusi-Chianciano Tenne è una notizia certamente importantissima anche per il Trasimeno. E’ chiaro che per questa zona dell’Umbria e per una bella fetta di perugino questa fermata rappresenterà un’occasione in più per agganciare l’Alta velocità.

«Questa conferma rafforza – spiega Giacomo Chiodini, sindaco di Magione e presidente dell’Unione dei Comuni del Trasimeno – il peso turistico del lago e del suo comprensorio. Insomma un’ottima notizia, a cui dare seguito con investimenti significativi nella viabilità da e per Chiusi verso le nostre principali realtà cittadine».

In occasione di un incontro organizzato dal Pd pievese, a cui ha partecipato proprio il sindaco di Chiusi Juri Bettollini è stato ricordato che gli interventi previsti sulla Pievaiola devono essere ancora completati e che la strada su cui intervenire è la «Moianese» che collega la Pievaiola alla SS 71 e che renderebbe ancora più snello il collegamento tra Perugia e Chiusi.

E proprio a quell’incontro ha partecipato anche il consigliere regionale Giacomo Leonelli, che ha sempre sostenuto l’importanza per quest’area della fermata chiusina. «Serve quindi mettersi in moto fin da subito – il recente commento di Leonelli – per capire insieme ai Comuni lacustri e a quelli dell’Orvietano come sfruttare al meglio questa opportunità migliorando anche la viabilità».