Home istituzioni Batino “Terrosi ha sbagliato comune oppure non è mai andato al Cinema...

Batino “Terrosi ha sbagliato comune oppure non è mai andato al Cinema Caporali” LA RISPOSTA DEL SINDACO BATINO ALL'ESPONENTE DELLA LEGA DI CASTIGLIONE

Condividi

(AKR) Il sindaco Sergio Batino replica con durezza agli attacchi portati da Paolo Terrosi, responsabile politico della Lega di Castiglione del Lago, in merito ai costi di realizzazione e alla reale utilità della ristrutturazione del Cinema Teatro Cesare Caporali nel centro storico castiglionese. «Paolo Terrosi forse ha sbagliato Comune oppure non è mai andato al Caporali, parla di cose che non sono reali, non sa cosa sia la cultura e spara cifre insensate. Questa Amministrazione ha approvato un progetto di sistemazione complessiva della struttura, da realizzare in due stralci e solo il primo è stato previsto come intervento da realizzare subito. Si tratta di circa 300 mila euro finanziati interamente con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che ringraziamo ancora per la disponibilità e la consueta sensibilità verso la cultura».

Il progetto prevede, sul modello di successo del “PostModernissimo” di Perugia, la realizzazione di due sale all’interno dell’attuale struttura e l’innalzamento della qualità delle proiezioni e dell’ambiente, al fine di rilanciare il Caporali e resistere alla concorrenza delle multisala. «Noi crediamo fermamente – prosegue Batino – che la presenza di un cinema più moderno e meglio attrezzato all’interno del nostro centro storico sia un presidio di cultura, volano e stimolo per l’economia del territorio. Per replicare a Terrosi e ad una infelice battuta di un ex ministro dell’economia direi che “con la cultura si mangia”».

Il Caporali, oltre ad essere uno dei pochissimi cinema in Umbria collocato nel centro storico, è una sala che offre programmazione cinematografica di qualità, concerti e opere liriche in diretta da Londra e New York, matinée per le scuole di ogni ordine e grado, partecipa e organizza il David Giovani, presentazioni di libri e ancora altro, anche grazie alla gestione esterna di Lagodarte.

«Questa maggioranza che governa Castiglione del Lago – conclude Batino – vuole difendere il nostro cinema, anche da coloro che non sanno e non conoscono, e da coloro che vorrebbero pregiudicare il futuro del nostro paese. Entro la fine del nostro mandato sarà fatta la gara d’appalto e inizieranno i lavori di ristrutturazione: abbiamo già previsto una chiusura anticipata della struttura a fine marzo e lavorare senza sosta fino a settembre per riaprire infine il Caporali completamente modificato e migliorato».