Home musica Castiglione. Alla rassegna “Idee Musicali” domenica arriva Luigi Maio, il “musicattore”.

Castiglione. Alla rassegna “Idee Musicali” domenica arriva Luigi Maio, il “musicattore”.

Condividi

C

(AKR)  Domenica 23 febbraio alle 18 presso la Sala della Musica “Franco Marchesini” di Castiglione del Lago, andrà in scena il secondo degli appuntamenti di “Idee Musicali 2020 [R]evolution”, con “In viaggio con Rossini e Paganini”, opera buffa da camera “imbottita” scritta e musicata da Luigi Maio su musiche di Rossini, Paganini e Offenbach: regia e “Musicattore”® lo stesso Luigi Maio che, per compiacere “Gli Insensati”, i musicisti ideatori e organizzatori della rassegna, diviene “insensato” a sua volta e finisce… in manicomio, ovviamente nella finzione teatrale della divertente opera da camera “In viaggio con Rossini e Paganini”.
«Uno spettacolo in cui il celebre “Musicattore”® – spiegano gli organizzatori – veste i panni di un folle Luigi Maio, impazzito per eccessiva immedesimazione con gli autori delle musiche da lui interpretate. Adesso il “nostro”, reduce nella finzione da un recital di brani operistici di Rossini (nonché degli antagonisti Paisiello e Offenbach), si crede la reincarnazione del grande autore del “Barbiere di Siviglia” e del “Turco in Italia”. Ma è un Rossini affetto da ‘personalità multipla’ che a tratti assume le vesti dei già citati suoi rivali».
Al Musicattore, infatti, avvezzo all’interpretazione simultanea di vari personaggi, basta ascoltare il brano di un altro compositore per assumerne l’identità. E credendosi Rossini, Maio finirà per divenire un ottimo cuoco. Il personale medico della clinica psichiatrica che lo ospita (i musicisti saranno in scena col camice bianco), dovrà mantenerlo in quello stato facendogli udire solo musiche rossiniane e garantendo all’istituto, vittima di una pessima mensa ospedaliera, almeno l’alta qualità della cucina del Musicattore. Ma tra gli spartiti di Rossini finiscono anche quelli di Paisiello e di Offenbach: Luigi Maio finirà per triplicarsi nei tre avversari, arrivando comicamente a lottare contro sé stesso. Fortunatamente Zaida, dottoressa di origine turca, interpretata da Noemi Esposito, ricondurrà Maio alla realtà, curando il paziente con la musica del suo più grande amico: Niccolò Paganini. Si realizza così, per mezzo di abili parodie musicali, un’esilarante beffa teatral-cameristica da cui affiorano aspetti didattici e biografico-artistici inediti del grande compositore marchigiano e del sommo violinista e compositore genovese. In linea con il tema rivoluzionario dell’edizione 2020 di Idee Musicali, “In viaggio con Rossini e Paganini” rivoluziona le pagine celebri dei due grandi compositori e musicisti in un magico spettacolo che unisce, nello stupore e nel divertimento, grandi e piccini. (AKR)

Condividi