Home Politica Castiglione. Le minoranze unite “Sul Prg, una forzatura istituzionale” Nota congiunta di...

Castiglione. Le minoranze unite “Sul Prg, una forzatura istituzionale” Nota congiunta di Progetto Democratico, Movimento 5Stelle e Forza Italia.

Condividi

Ci è stata inviata, come comunicato stampa,  la lettera, che pubblichiamo sotto,  depositata ieri mattina durante il corso dei lavori della commissione urbanistica inerente la redazione del piano operativo del locale PRG. 

La nota è prodotta  a nome delle tre forze consiliari di minoranza di Castiglione del Lago:  Progetto Democratico, Movimento 5 Stelle e Forza Italia (N.d.R)

Castiglione del Lago 02/09/2017

Al Presidente Commissione Urbanistica,

Ambiente e Sviluppo Economico

Al Sindaco Comune di Castiglione del Lago

Al Presidente Consiglio Comunale Castiglione del Lago

Al Segretario comunale Comune Castiglione del Lago

LORO SEDI

OGGETTO: CONVOCAZIONE COMMISSIONE IN INDIRIZZO per sabato 2 settembre 2017.

I sottoscritti Fabio Duca, Stefano Bistacchia e Pierino Bernardini componenti la commissione permanente in indirizzo in rappresentanza dei gruppi consiliari di Progetto Democratico, Movimento 5 stelle e Forza Italia, esprimono il proprio profondo disagio e rammarico per come organizzata e come si stà sviluppando la fase partecipativa e di confronto sulla Parte Operativa del nuovo Piano Regolatore generale del nostro Comune. E’ nota a tutti la considerevole valenza programmatoria e di gestioen del territorio che tale atto contiene in se.

La convocazione del Consiglio Comunale per il giorno 7 settembre 2017 con all’odg: “Nuovo Piano Regolatore Generale del Comune di Castiglione del Lago – Parte Operativa. Adozione ai sensi dell’articolo 31 della L.R. 1/2015” viene a cadere subito dopo (solo 5 giorni) lo svolgimento della prima seduta di lavoro dell’apposita commissione sul medesimo argomento. Ciò comporta, nei fatti, la totale impossibilità da parte di tutti i consiglieri comunali (sia essi di maggioranza che di minoranza) di poter analizzare, valutare e proporre modifiche e\o integrazioni a quanto in esame e di esprimere un voto consapevole responsabile.

E’ noto a tutti che dal giugno 2016 (data di adozione della Parte Strutturale del PRG e di avvio di redazione di quella Operativa) non e’ STATA MAI CONVOCATA alcuna commissione in merito, nonostante i nostri continui e ripetuti solleciti e la nostra dichiarata disponibilità, espressa in molteplici occasioni a nome dei gruppi consiliari che rappresentiamo, di voler fattivamente contribuire alla stesura dell’importante atto di pianificazione in questione.

Inoltre questa scelta contrasta con la esplicitata volontà espressa dalla maggioranza, di favorire il pieno coinvolgimento dei molteplici soggetti interessati al processo partecipativo nella redazione del piano. Ricordiamo a titolo di esempio, che è’ stata più volte annunciata la presentazione di ben 5 Masterplan interessanti l’insieme del territorio comunale intesi quale elemento propedeutico alla redazione finale della proposta. Nei fatti ci si è limitati a presentare quello riguardante il solo capoluogo tralasciando completamente le singole frazioni e più in generale l’insieme delle varie ed articolate specificità che caratterizzano il nostro territorio. Il tutto in netto contrasto con la sempre declamata trasparenza e partecipazione.

Il tutto, appare una vera forzatura istituzionale, che ingabbia e blinda il provvedimento, relegando il ruolo dei consiglieri comunali a puro e semplice momento di ratifica o meno di quanto proposto.

Si chiede al Presidente della Commissione in indirizzo di adoperarsi a tutela del ruolo e della dignità dei componenti la commissione urbanistica, ambiente e sviluppo economico per superare questa incresciosa situazione.

Si chiede, altresì al Presidente del Consiglio Comunale di revocare la convocazione del Consiglio Comunale del 7 settembre, provvedendo inoltre, come più volte già sollecitato, a convocare la conferenza dei capogruppo consiliari per la definizione di un calendario di attività e di sedute del consiglio stesso fino al 31 dicembre 2017.

Si precisa che qualora non si verificassero fatti nuovi modificanti la scelta intrapresa, i sottoscritti comunicano la loro propria indisponibilità a partecipare ai lavori della commissione di sabato 2 settembre prendendo atto dell’impossibilità di poter svolgere al meglio il proprio ruolo di consigliere comunale a difesa degli interessi dei cittadini elettori che rappresentano.

Distinti saluti.

Fabio Duca

Pierino Bernardini

Stefano Bistacchia