Home Uncategorized Castiglione. Nella quarta edizione di “Storie di Storia” tre anniversari da ricordare

Castiglione. Nella quarta edizione di “Storie di Storia” tre anniversari da ricordare

Condividi

(AKR) Presentata questa mattina a Palazzo della Corgna la quarta edizione di “Storie di Storia, l’arte della narrazione”, che è dedicata a tre anniversari importanti da ricordare, i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, il cinquantesimo della conquista della luna e i 30 anni dalla caduta del muro di Berlino. Un programma che inizia giovedì 28 novembre e si conclude il 2 dicembre alla Scuola Primaria “Franco Rasetti” di Castiglione del Lago.

La rassegna è organizzata dal Comune di Castiglione del Lago, in collaborazione con la libreria “Libriparlanti Books & Coffe”, la cooperativa Lagodarte che gestisce il Cinema Caporali e il percorso museale di Palazzo della Corgna e Rocca Medievale, con l’apporto della sezione locale di Italia Nostra e dell’associazione onlus “Laboratorio del Cittadino” di Castiglione del Lago. Storie di Storia non è un semplice evento culturale, ma è un grande contenitore, risultato dell’incontro tra vari linguaggi, partendo da quello letterario per arrivare a quello teatrale, in una kermesse che vede protagonisti scrittori, editori, autori e attori cimentarsi nell’arte della “narrazione” con il compito di coinvolgere e stimolare l’interesse dello spettatore: una vera e propria “maratona autunnale” che può rappresentare anche la giusta vetrina per acquisti natalizi interessanti e stimolanti. Hanno partecipato Andrea Sacco, vicesindaco di Castiglione del Lago, Monica Fanicchi proprietaria di Libri Parlanti e Piero Sacco, presidente di Lagodarte.

«La nuova amministrazione comunale – ha dichiarato la vicesindaco Andrea Sacco – ha accolto con piacere questo evento nato durante la vecchia amministrazione con la collaborazione della Biblioteca comunale e di due realtà significative per la cultura locale: la libreria Libri Parlanti e la cooperativa Lagodarte. Proponiamo un programma molto interessante legato a tre anniversari che hanno cambiato per sempre il nostro modo di vivere e soprattutto di pensare e di vedere il mondo. Importante il coinvolgimento delle scuole e ci auspichiamo, come avvenuto sempre nelle scorse edizioni, una buona partecipazione del pubblico».

Monica Fanicchi ha spiegato la scelta di tre anniversari apparentemente molto distanti e di diverso significato «Questi tre eventi, in apparenza disgiunti, hanno cambiato per sempre il nostro modo di vivere e soprattutto di pensare e di vedere il mondo. Chiaro il collegamento fra le ricerche di Leonardo nel campo del volo e l’impresa dell’Apollo 11 che ha consentito per la prima volta lo sbarco dell’uomo sulla Luna. Ma se ci pensiamo bene il collegamento fra l’allunaggio e la caduta del muro di Berlino è ancora più forte, in quanto sono due episodi storici che hanno coinvolto le grandi superpotenze del XX secolo: Stati Uniti e Unione Sovietica, che dopo la Seconda Guerra Mondiale si sono contesi e spartiti il nostro pianeta e la conquista dello spazio e della Luna, con una guerra tecnologica e mediatica per far capire a tutti chi fosse il più forte». «Quest’anno Lagodarte, in assenza del Cinema Caporali, che come è noto è in fase di profonda ristrutturazione, ha puntato tutto sul teatro – ha affermato Piero Sacco – con una rappresentazione allestita qui a Palazzo della Corgna, giovedì 28 novembre intitolata “Il sogno del giovane Leonardo” una commedia musicale in maschera rivolta ai ragazzi e alle loro famiglie, prodotta dalla compagnia Barabao Teatro di Verona: interessante, oltre che dal punto di vista biografico, è l’aggancio con l’allunaggio e quindi con la “scoperta del volo”». Lo spettacolo giovedì 28 verrà rappresentato due volte: la mattina alle 10 per le scuole di Castiglione e la sera alle 21 per tutti; poi terza replica venerdì 29 sempre per le scuole. La sera l’ingresso è a pagamento, simbolico, con il biglietto fissato a 4 euro per tutti.

«Leonardo da Vinci è centrale nell’edizione 2019 – sottolinea Fanicchi – con un appuntamento all’Orto Botanico dell’ex Asilo Reattelli sabato 30 alle 15:30 dedicato ai suoi studi sulla materia, spiegando le piante inserite e illustrate nei suoi dipinti più famosi, come la “Vergine delle Rocce”, e parlando delle scoperte sorprendenti e le suggestive visioni di un uomo straordinario, svelate in un viaggio eccezionale tra arte e scienza. Sabato pomeriggio presentiamo un romanzo per ragazzi “Il bracciale e il pozzo etrusco” del perugino Oscar Bigarini e illustrato dal castiglionese Luca Petrucci ambientato al Trasimeno». Il genio di Leonardo è emblematico di come ogni pensiero nasce dall’esperienza, dalla scienza, dalla prova provata. La passione per la conoscenza porta Leonardo a scoprire la vita, a disegnarla con il sorriso emblematico della Gioconda. Per le scuole venerdì 29 e lunedì 2 dicembre Laura Manaresi e Giovanni Manna raccontano il “Mondo di Leonardo” attraverso l’illustrazione.

Venerdì 29 alle 17:30 presentazione de “Il muro di Berlino, istruzioni per l’uso” di Federico Mega che dialogherà con lo scrittore perugino Giovanni Dozzini. Meda vede, con gli occhi di un giovane, la Berlino mutata del “dopo caduta”, ponendosi tutta una serie di domande, parlando delle fughe clamorose e più assurde e di come si è ricomposta la città dopa la caduta del Muro. La corsa alla luna, raccontata in letteratura, la contrapposizione dei due blocchi, e la dimostrazione della onnipotenza dell’uomo è raccontato in modo sapiente da Maria Giulia Andretta in “Stregati dalla luna” che sarà presentato domenica 1° dicembre, guidata nel racconto da Italo Carmignani capo redattore dell’Umbria de “Il Messaggero”.