Home Uncategorized Castiglione. Piscina comunale verso l’affidamento esterno Il Consiglio Comunale ha approvato ...

Castiglione. Piscina comunale verso l’affidamento esterno Il Consiglio Comunale ha approvato la procedura

Condividi

(AKR) Il Consiglio comunale di Castiglione del Lago ha approvato la procedura per l’affidamento esterno della gestione della piscina comunale: nei prossimi giorni si avranno i termini del primo dei due bandi di gara. La decisione di separare i bandi in due fasi è maturata considerato che la procedura di gara per una concessione di lungo periodo con investimenti di riqualificazione, la tanto attesa realizzazione di una piscina esterna per l’estate, comporta inevitabilmente tempi lunghi, trattandosi di una gara di livello europeo, con cospicui investimenti necessari per la riqualificazione dell’area e per la costruzione dell’impianto esterno.
Il parco piscine comunali “Marco Liberti” è un servizio pubblico alla persona chiuso da quasi un anno per i lavori di sostituzione impianti: il protrarsi della sua chiusura comporta un disservizio per la collettività che è privata della possibilità di praticare un’attività sportiva fondamentale come il nuoto e costringe i cittadini a spostamenti e disagi per raggiungere piscine situate in altri comuni. La delibera del Consiglio comunale ha considerato il ripristino della funzionalità della piscina un provvedimento di assoluta urgenza: per tale motivo si ritiene di procedere con un affidamento della gestione per garantire l’apertura da settembre 2018 a giugno 2019, con una procedura di gara semplificata, e poi di procedere nel corso dei prossimi mesi alla gara europea per l’affidamento per 25 anni.
Per la gestione da settembre 2018 a giugno 2019 il Comune compartecipa al pagamento delle spese di energia elettrica, acqua e riscaldamento, le cui utenze rimangono intestate al Comune per la durata dell’affidamento, per un importo complessivo di euro 15.000 per l’intero periodo di gestione. Possono partecipare alla gara imprese, singole o consorziate, società ed associazioni sportive dilettantistiche, con esperienza pluriennale nella gestione di piscine: tutti i costi di gestione sono a carico dell’affidatario e le entrate sono incassate dall’affidatario con le tariffe approvate dal Comune per l’anno 2018 e per l’anno 2019.
Invece per quello che riguarda la seconda gara, con affidamento della gestione per 25 anni con oneri di riqualificazione dell’intera area, che uscirà nei prossimi mesi, il Consiglio comunale stabilisce che il concessionario dovrà realizzare a propria cura e spese la riqualificazione complessiva dell’area del parco piscine comunali con la costruzione di una piscina all’aperto per una superficie non inferiore a 700 mq., la sistemazione del verde e la riqualificazione dell’immobile, per un importo complessivo minimo di euro 500.000, come da studio di fattibilità tecnico-economica, approvato dalla Giunta comunale. La realizzazione della piscina all’aperto e la sistemazione del verde dovrà avvenire entro tre anni dalla stipula del contratto di concessione e tutte le opere realizzate saranno acquisite al patrimonio comunale, al termine della concessione di 25 anni, tempo ritenuto congruo per il raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario dell’investimento. Non sono previsti costi a carico del Comune di Castiglione del Lago, in quanto la riqualificazione dell’intera area dovrà essere finanziata dal soggetto affidatario della gestione. Il corrispettivo a favore del concessionario consisterà nel diritto di gestire funzionalmente e di sfruttare economicamente il servizio da espletare presso l’impianto sportivo, per la durata di  25 anni. Non sono previsti canoni a favore del Comune, in una prima fase dell’affidamento, in quanto l’investimento richiesto di euro 500.000 dovrà essere sostenuto dal soggetto affidatario della gestione: decorsi 10 anni dalla realizzazione dell’investimento, il concessionario dovrà versare al Comune un canone di 1.000 euro annui, rivalutabile secondo l’indice ISTAT Foi, oltre a organizzare ulteriori specifiche iniziative di promozione della pratica sportiva e del nuoto. Le tariffe saranno fissate dal concessionario sulla base della media delle tariffe praticate dalle piscine comunali con servizi analoghi presenti nelle provincie di Perugia, Siena, Arezzo. Il contratto di affidamento della gestione per 25 anni, con oneri di riqualificazione dell’intera area, è subordinato alla conclusione delle procedure di approvazione del Piano Regolatore Generale Parte Operativa nonché alla giuridica e materiale disponibilità, in capo al Comune di Castiglione del Lago dell’area complessivamente interessata dall’investimento.