Home Uncategorized Castiglione presa d’assalto per l’Albero di Natale sull’acqua. Il programma del fine...

Castiglione presa d’assalto per l’Albero di Natale sull’acqua. Il programma del fine settimana

Condividi

L’Albero di Natale sull’acqua più grande del mondo è l’assoluto protagonista delle festività 2019/2020 al Trasimeno ma, visti i numeri, in tutta l’Umbria. A Natale e a Santo Stefano, grazie anche alle splendide condizioni climatiche, sono stati venduti circa 12.300 biglietti: una vera e propria “pacifica invasione” di Castiglione del Lago che ha retto la pressione grazie al potenziamento del servizio navetta, organizzato per migliorare l’afflusso e il deflusso dal centro storico da e verso i parcheggi del lungolago. Il totale dei biglietti venduti fino a ieri ha oltrepassato la soglia dei 34 mila. Sui “social” centinaia e centinaia di messaggi di gradimento da parte del pubblico pagante, ma anche di coloro che hanno goduto di tanti spettacoli gratuiti in Piazza Mazzini e per le vie del centro castiglionese. Grande successo di pubblico e di critica anche per gli spettacoli all’interno della Rocca Medievale, spettacoli che si sono protratti anche dopo cena.

Sabato 28 e domenica 29 dicembre animazione per le vie del paese dalle 16:30 alle 19:30. A cura di Libri Parlanti in Piazza Mazzini “Storie sotto l’albero: racconti e laboratori per bambini” dalle 16 alle 19. Prosegue con successo l’esposizione “Castiglione del Lego” nei festivi e prefestivi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20. Il “Mercatino degli hobbisti” in via Vittorio Emanuele si svolgerà sabato dalle 15 alle 20 e domenica dalle 9 alle 20.
Domenica 29 dalle ore 14.30 e fino alle 17 “Grande Tombola” in Piazza Mazzini a cura dell’associazione “Quelli del ’65” e di “Trasimeno Teatro”: oltre alla classica tombola in piazza si svolgerà la “Ruota della Fortuna” e il “Gioco del Prosciutto”. Al vincitore della tombola un televisore Full HD da 43 pollici e tanti premi come cene nei ristoranti locali, cesti natalizi, prodotti tipici locali e tanto altro. Alla fine della tombola con le stesse cartelle si può partecipare all’estrazione di altri 8 premi: primo premio un viaggio per 2 persone. L’estrazione finale si svolgerà subito dopo la Tombola e i numeri estratti verranno pubblicati nelle pagine Facebook e sul sito ufficiale “www.lucisultrasimeno.it”: le cartelle sono attualmente in vendita nei bar del territorio. Sempre domenica dalle 17, per le vie del paese, uno spettacolo del Gruppo Folkloristico Agilla e Trasimeno, con il classico repertorio di balli e musica tradizionale del territorio lacustre.
Lunedì 30 dicembre, dalle ore 15 a Palazzo della Corgna, “Storie da Castiglione: il corgnolo scomparso” una divertente caccia al tesoro organizzata per tutti dallo “Sportello Europa Comune di Castiglione del Lago” e dal “Progetto Erasmus+”.
Visitabile nei giorni festivi e prefestivi Via del Forte ospita la “Mostra di Presepi Artigianali”, appuntamento da non perdere per tutti gli amanti della tradizione.
E per la mezzanotte del 31 dicembre gli organizzatori stanno preparando una piacevole sorpresa per i visitatori dell’Albero di Natale che entreranno durante l’apertura straordinaria. Gli orari di ingresso a San Silvestro saranno così modificati: dalle 16:30 alle 20 e dalle 23 alle 2 di notte del primo gennaio.
Intanto, proprio l’ultimo giorno di scuola prima delle vacanze, la Direzione Didattica “Franco Rasetti” ha consegnato un assegno da 930 euro a favore dell’associazione “Eventi Castiglione del Lago”. Con una popolazione scolastica di circa mille piccoli studenti nel territorio castiglionese l’adesione alla raccolta fondi da parte degli alunni delle scuole d’infanzia e delle primarie è stata quasi totale. «Abbiamo dato ai bambini una lezione di educazione alla cittadinanza – ha dichiarato la Dirigente Stefania De Fazio –. Quando una comunità chiama il cittadino deve rispondere. Ogni evento sul territorio non ci vedrà mai estranei o distanti». «Il nostro albero segna l’inizio di un nuovo corso per Castiglione del Lago ¬– ha affermato il sindaco Matteo Burico -, un sogno diventato realtà grazie ad una comunità fatta anche di tante famiglie e della scuola. Con questa iniziativa abbiamo trovato il modo di liberare nuove energie; c’era voglia di sentirsi parte di una comunità. Abbiamo fatto un piccolo passo, ma se ci prendiamo per mano questo nostro paese può diventare elemento di attrazione non solo per i turisti ma anche per noi stessi». Infine Marco Cecchetti presidente di Eventi ha dato il merito di tutto alla comunità intera: «La sfida ora è continuare a tenere accesa la luce sul lago anche dopo il 6 gennaio. Le prime piantumazioni di alberi, grazie alle adozioni delle lampadine, avranno luogo proprio presso i plessi scolastici».