Home Economia e lavoro Chiusi. Startuphouse. Insediata la prima azienda sull’economia circolare

Chiusi. Startuphouse. Insediata la prima azienda sull’economia circolare

Condividi

(comunicato stampa) Si è concretizzato oggi l’importante progetto StartupHouse iniziato nel 2015 con il quale, attraverso un intervento di recupero, riqualificazione e valorizzazione dell’immobile di circa 250 metri quadrati, denominato “ex casa del leggere e dello scrivere”, situato nel centro storico della Città di Porsenna – nato per fornire opportunità di lavoro ai giovani, attraverso un finanziamento di 120mila euro (50 mila appannaggio del Comune, 40mila di Regione Toscana e 30mila di Banca Valdichiana), sono stati creati cinque spazi completamente attrezzati e funzionanti per altrettante nuove giovani aziende, con servizi ad uso gratuito per i primi tempi di utilizzo. Dopo la ristrutturazione dell’immobile e grazie all’affiancamento per la promozione della ricerca imprese a Terre di Siena Lab, questa mattina sono stati ufficialmente inaugurati i locali oggetto di riqualificazione dove, nel contempo, si è insediata la prima startup che offre servizi e consulenza sull’economia circolare. Durante la conferenza stampa di presentazione, che si è tenuta proprio all’interno della sala riunioni startup, al secondo piano dello spazio attiguo al Chiostro di San Francesco, alla presenza del primo cittadino Juri Bettollini, del consigliere regionale Stefano Scaramelli, del presidente di Banca Valdichiana Carlo Capeglioni, del vicesindaco Chiara Lanari e della giunta comunale, di Alessio Bucciarelli per Terre di Siena Lab, del giovane CEO di “Exe engineering for environment” Ing. Gianni Cordaro, nonché dei tecnici della regione e degli uffici comunali, sono stati ricordati i lavori di ristrutturazione e valorizzazione ed è stato illustrato il progetto startup dell’azienda exe engineering for environment.


“Siamo soddisfatti di aver inaugurato una struttura importante per Chiusi e aver dato il benvenuto alla prima azienda che ha scelto la nostra città per iniziare la propria attività– ha dichiarato il primo cittadino di Chiusi Juri Bettollini – il percorso che ha portato all’inaugurazione di oggi è stato importante perché ha visto una sinergia forte tra Comune, Regione Toscana e Banca Valdichiana che insieme hanno investito prima ancora che in un immobile soprattutto in un’idea, quella di aiutare a rendere concreti i sogni di nuovi e giovani imprenditori.  E’ per questo che siamo molto contenti di aver dato il benvenuto a Exe una nuova attività imprenditoriale guidata da un ragazzo molto giovane, ma che ha capito quanto sia strategico investire energie nel settore dell’economia circolare. Un settore che senza dubbio rappresenta la sfida culturale, ambientale e sociale sia del presente che del futuro.”
“La struttura inaugurata oggi è la conferma che spesso non servono grandi spazi, ma grandi idee– ha evidenziato Stefano Scaramelli, consigliere della Regione Toscana – sono molto contento che una start up innovativa e operante nel settore dell’economia circolare si sia insediata nel centro storico di Chiusi. Come Regione Toscana siamo orgogliosi di aver contribuito alla nascita di questi spazi lavorativi e continueremo a sostenere tutte quelle attività imprenditoriali che fanno della salvaguardia ambientale il motivo fondante della propria mission.”
“Per Banca Valdichiana  – ha ricordato il presidente Carlo Capeglioni– è un elemento di grande soddisfazione aver contribuito alla realizzazione del progetto Startup House di Chiusi, che conferma la vicinanza della Banca al suo territorio e al tessuto imprenditoriale e sociale di Chiusi”
“Abbiamo lavorato con il Comune per promuovere il bando ed oggi siamo soddisfatti di vedere insediata la prima azienda – aggiunge Alessio Bucciarelli di Terre di Siena Lab – crediamo che l’iniziativa presentata oggi a Chiusi sia importante naturalmente per la città, ma in generale per tutto il territorio perché il settore dell’economia circolare è senza dubbio il più strategico dei prossimi anni.”
“Siamo molto contenti di aver inaugurato i nuovi uffici a Chiusi – dichiara il CEO exe engineering for environment Gianni Cordaro – ci occupiamo di progettare il recupero e il riutilizzo di sottoprodotti industriali dando loro una seconda possibilità di vita. Questo produce un risparmio sia economico sia ambientale. Il Comune di Chiusi ci ha fornito la possibilità di insediarci in locali nuovi e molto belli e auspichiamo di iniziare quanto prima ad offrire il nostro servizio al territorio della Valdichiana.”
A Chiusi dunque, i locali che in passato avevano ospitato la “Casa del leggere e dello scrivere” sono divenuti a tutti gli effetti un vero e proprio incubatore di nuove imprese e nuove idee a favore dei giovani. Sono ancora disponibili altri quattro moduli gratuiti per le aziende startup, per info Comune di Chiusi e terredisienalab.it.

Ufficio Comunicazione Comune di Chiusi

 

Condividi