Home Politica Città della Pieve. Comune “Novità sul servizio emergenza urgenza e nuove apparecchaiture”...

Città della Pieve. Comune “Novità sul servizio emergenza urgenza e nuove apparecchaiture” Appuntamento il 1 dicembre con i progetti della Casa di Riposo

Condividi
(Dal giornale on line del Comune) Le novità in ambito sanitario per Città della Pieve, sono positive:

A seguito del documento proposto all’Unione dei Comuni dal sindaco di Città della Pieve, e alla seguente risoluzione approvata all’unanimità, si è svolto un incontro con l’Assessore Regionale in cui si è registrato l’impegno diretto per una significativa revisione del servizio di Emergenza-Urgenza, elementi che saranno definiti e comunicati in occasione della presentazione della nuova configurazione della Casa di Riposo di Città della Pieve “Creusa Brizi Bittoni” in programma per Sabato 1 dicembre alle ore 11.30.

Inoltre, come diffuso dalla stampa in queste ore, alla Casa della salute di Città della Pieve sono in arrivo circa un milione di euro in nuove apparecchiature che amplieranno l’offerta di prestazioni ai cittadini. Dopo la ripresa dei lavori (sospesi in attesa dell’esito dei ricorsi) è già stato installato un nuovo mammografo con tomosintesi, un apparecchio polifunzionale e un telecomandato, per una radiologia completamente digitalizzata che consente diagnosi molto accurate. La tomosintesi, in particolare, è una nuova tecnica 3D che raddoppia l’accuratezza diagnostica rispetto alla tradizionale mammografia, andando ad individuare lesioni molto piccole.

Nelle prossime settimane verranno messi in funzione anche tre ecografi multidisciplinari, per gli ambulatori di cardiologia, ginecologia e radiologia, come reso noto dalla Usl Umbria , che consentiranno di incrementare il numero di prestazioni ed entro la fine di dicembre saranno installate anche la MOC, per l’esecuzione di mineralometrie ossee computerizzate, molto utili nella diagnosi dell’osteoporosi e la Cone Beam per indagini radiologiche 3D in ambito odontoiatrico, fondamentale per la pianificazione dei trattamenti e degli interventi. Queste due ultime apparecchiature rappresentano una novità assoluta per l’intero comprensorio del Trasimeno.