Home Politica Città della Pieve. Il M5stelle sulle elezioni amministrative 2019 Comunicato stampa

Città della Pieve. Il M5stelle sulle elezioni amministrative 2019 Comunicato stampa

Condividi

(comunicato stampa) Come precedentemente enunciato nel nostro comunicato del 4 aprile, il M5S di Città della Pieve ha atteso la presentazione dei candidati e dei programmi delle liste “Libera-Mente” e “Città della Pieve in Comune”. Abbiamo attentamente letto e studiato i contenuti di entrambi i programmi per identificare i punti di convergenza con le nostre finalità.

Osserviamo quanto segue:

SANITA’

relativamente alla lista “Città della Pieve in Comune”, il programma continua a sostenere le politiche sanitarie imposte a livello regionale dalla Marini e da Barberini; politiche che hanno fortemente penalizzato il nostro diritto alla salute. Leggiamo ancora che a Città della Pieve esiste un pronto soccorso, quando non è vero; sappiamo che deve invece essere ingaggiata una grande battaglia per ottenere nuovamente un presidio ospedaliero e di pronto soccorso, come sancito dal D.M. 70 per le aree disagiate.

Riscontriamo invece una forte volontà del candidato Risini a muoversi di concerto con le amministrazioni limitrofe, in primis con il sindaco Fabio Roncella promotore del ricorso al Tar, per riportare un presidio ospedaliero degno di questo nome a Città della Pieve.

AMBIENTE

Una tematica importante che abbiamo sempre seguito e per la quale ci siamo intensamente battuti è la questione rifiuti. Tutte le difficoltà strutturali ed economiche che abbiamo dovuto affrontare e subire come cittadini in questi anni sono riconducibili ad un contratto iniquo che ha favorito fortemente la parte privata a discapito dei cittadini e della salvaguardia ambientale. Non sappiamo se chi l’ha sottoscritto fosse più incapace o in mala fede: fatto sta che questo contratto, in scadenza nel 2024, presenta due criticità fondamentali:

1) è inattaccabile malgrado vicende giudiziarie estremamente pesanti intervenute in questi anni per Gesenu, Gest e TSA

2) non permette la diminuzione delle tariffe in base alla effettiva raccolta differenziata.

La prossima amministrazione sarà coinvolta nelle scelte da fare per ridefinire il contratto per la gestione dei rifiuti. Riteniamo che la fitta rete di conflitti di interessi che ha contraddistinto il governo regionale e locale di questi anni, si palesi, adesso, nella candidatura a sindaco di Città della Pieve della Sig.ra Fabbrizzi, per i suoi strettissimi rapporti con il direttore generale  della TSA spa. Non possiamo assolutamente fidarci di chi non ha le mani libere.

Città della Pieve ha bisogno di aderire concretamente alla strategia Rifiuti Zero, sempre sbandierata e mai applicata dalle precedenti amministrazioni e completamente sparita dal programma elettorale della Sig.ra Fabbrizzi.

Riteniamo altresì estremamente accurate, approfondite e condivisibili le proposte della lista del candidato Fausto Risini. Particolarmente interessanti ci sembrano:

1) La dichiarata volontà di aderire realmente alla strategia rifiuti zero, anche in prospettiva delle scelte da fare per il nuovo contratto di gestione dei rifiuti

2) La volontà di strutturare il reddito energetico: una iniziativa che permette di risparmiare sulle bollette, salvaguardare l’ambiente, diffondere le energie rinnovabili e creare nuovi posti di lavoro

PARTECIPAZIONE

Apprezziamo particolarmente che nel programma della lista “Libera-Mente” ci sia un capitolo interamente ed esclusivamente dedicato al tema della Partecipazione e dell’inserimento di processi partecipativi reali all’interno dello statuto comunale; questa proposta garantirà ai cittadini di essere protagonisti delle scelte della prossima amministrazione. Riteniamo questo un buon punto di partenza; auspichiamo che Città della Pieve diventi un vero e proprio laboratorio di democrazia diretta. Apprezziamo inoltre che il programma della lista “Libera-Mente” sia una sintesi di gruppi di lavoro eterogenei che hanno accolto le proposte dei cittadini che si sono fatti avanti.

Questi sono i principali elementi che ci portano a condividere tematiche e soluzioni presentate dalla lista di Fausto Risini piuttosto che l’altra, in coerenza con l’idea del M5S di non arroccarsi su posizioni ideologiche, ma sulla condivisione di obbiettivi concreti. Ci teniamo a precisare che il M5S di Città della Pieve resta sempre attivo sul territorio come gruppo indipendente, pronto a collaborare sui singoli temi.

M5Stelle Città della Pieve