Home ambiente Città della Pieve. Impianto per biomasse a San Donnino. Le prime...

Città della Pieve. Impianto per biomasse a San Donnino. Le prime polemiche Pubblichiamo la determinazione comunale del 18 settembre

Condividi

La notizia è apparsa sulla rete, segnalata da alcuni cittadini di Fabro, che hanno organizzato un comitato contro l’installazione di un analogo impianto nel proprio territorio. E naturalmente si sono subito manifestate le prime critiche. A metà settembre il Comune di Città della Pieve ha autorizzato la realizzazione di un impianto per la produzione di energia tramite l’uso di biomasse in località San Donnino, vicino cioè al luogo dove è stata rinvenuta la tomba etrusca due anni fa.  Gli impianti di produzione di energia tramite biomasse, stanno creando in tutta Italia una opposizione diffusa dovuta ai rischi di inquinamento legati al diverso tipo di materiali usati.

Pubblichiamo il testo completo della determinazione del Comune. In altra parte del giornale invece pubblichiamo una valutazione sui pro e sui contro di questo tipo di impianti.

Registro Generale n. 775

DETERMINAZIONE DEL SETTORE AREA TECNICA

  1. 11 DEL 18-09-2017

 Ufficio: RESPONSABILE AREA TECNICA

Oggetto: DICHIARAZIONE DI PROCEDURA ABILITATIVA SEMPLIFICATA PER LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI   BIOMASSE E DELLE RELATIVE OPERE ED INFRASTRUTTURE CONNESSE DELLA POTENZIALITA’ DI 199 KWe, DA REALIZZARE IN VOC. SAN DONNINO Proponente: Società “TECNOLOGIE AMBIENTALI S.r.l. – DETERMINAZIONE DI CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO ai sensi dell’art. 6, comma 5 del D.Lgs. 28/2011, dell’art. 14-quater della L. 241/90 e della D.G.R. 1432/2016.-

 L’anno duemiladiciassette addì diciotto del mese di settembre, il Responsabile del servizio Dott. Arch. Fausto Fadighenti

VISTA la dichiarazione di Procedura Abilitativa Semplificata, ai sensi dell’art. 6, comma 5 del D.Lgs. 3 marzo 2011, n. 28 e del Regolamento Regionale 29.07.2011, n. 7, presentata a questo Comune in data 09.06.2017 (Prot. n. 7587) dalla Società “TECNOLOGIE AMBIENTALI S.r.l.” con sede legale in Rimini, Via Melozzo da Forlì, n. 36 (Partita Iva: 02603960408) e per essa dal Sig. SUCCI Maurizio nato a Rimini il 03.07.1956 residente in Campo nell’Elba (LI), in Via della Costa n. 1047, in qualità di Amministratore Unico, per la realizzazione di un impianto di produzione di energia da fonti rinnovabili – biomasse e delle relative opere ed infrastrutture connesse della potenzialità di 199 Kwe, nei terreni siti in Voc. San Donnino di questo Comune;

CONSIDERATO che la Ditta richiedente è titolare del diritto di superficie sul terreno distinto catastalmente al Foglio n. 90 con la Particella n. 329 nonché affittuaria dei terreni distinti catastalmente al Foglio n. 90 con le Particelle n. 109, 328, 330 e 331 come si evince rispettivamente dalla copia dell’Atto di “Vendita del diritto di superficie” Rep. n. 67527 del 14.07.2017 Rogito Dott. Maria Patrizia Bersotti, Notaio in Sinalunga (SI), registrato a Montepulciano (SI) il 18.07.2017, trasmesso in allegato alla nota Prot. n. 9711 del 20.07.2017, e dalla copia del “contratto di locazione” stipulato in Rimini in data 05.09.2017 e registrato presso l’Agenzia delle Entrate Ufficio Territoriale di Rimini in data 13.09.2017, trasmesso in allegato alla nota Prot. n. 12261 del 14.09.2017;    

VISTA la nota Prot. n. 8967 del 06.07.2017 con la quale questo Ufficio ha richiesto documentazione integrativa nonché gli atti di assenso previsti dall’art. 6, commi 2 e 5 del D.Lgs 28/2011 non allegati alla PAS presentata;

VISTA la nota Prot. n. 9711 del 20.07.2017, a firma della Ditta richiedente, con la quale è stata, tra l’altro, trasmessa documentazione ad integrazione ed in sostituzione di quella presentata a corredo della dichiarazione in esame;

VISTA la ulteriore nota Prot. n. 12261 del 14.09.2017, a firma dell’Ing. Michele Verdi, con la quale sono state fornite precisazioni e documentazione integrativa;

DATO ATTO che alla suddetta Dichiarazione di Procedura Abilitativa Semplificata risulta allegata la seguente documentazione tecnico-progettuale a firma dell’Ing. Michele Verdi, dell’Ing. Filippo Bellini e dell’Ing. Fabrizio Quadrelli, come successivamente integrata e/o sostituita con nota Prot. n. 9711 del 20.07.2017 e nota Prot. n. 12261 del 14.09.2017:

  • Tavola n. 01: Planimetria Catastale, Estratti del P.R.G. – PS – Vigente, Foto aerea;
  • Tavola n. 02: Piano quotato Stato attuale. Planimetria Generale Stato di Progetto;
  • Tavola n. 03: Sezioni del Terreno;
  • Tavola n. 04: Fabbricato Impianto – Piante, Prospetti e Sezioni; Box Servizi – Piante e Prospetti;
  • Tavola n. 05: Relazione Tecnica, Documentazione Fotografica;
  • Tavola n. 06: Elaborato Tecnico della Copertura;
  • Tavola n. 07: Elaborato delle Terre e Rocce da Scavo;
  • Tavola n. 08: Documenti vari;
  • Tavola n. 09: Cabina ENEL – Piante e Prospetti; Planimetria con Elettrodotto;
  • Tavola n. 10: Relazione Illustrativa Impianto;
  • Tavola n. 11: Relazione Tecnica sul trattamento e lo smaltimento delle acque reflue;
  • Allegato C: Domanda di autorizzazione ai sensi dell’art. 269 del D.Lgs. 152/2006;
  • Allegato E1/B: Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà per l’esercizio di attività che producono un impatto acustico (L. 447/’95);
  • Relazione Geologica e Indicazioni Geotecniche (a firma del Dott. Geol. Nicola D’Ubaldo).

DATO ATTO, inoltre, che alla PAS in esame risultano allegati i seguenti atti di assenso e/o certificazioni:

  • Certificazione di compatibilità in materia idrogeologica, ai sensi dell’art. 127 della L.R. 1/2015, a firma del Dott. Geol., Nicola D’Ubaldo;
  • Parere igienico-sanitario favorevole con prescrizioni, Prot. 76959 del 05.06.2017, rilasciato dalla USL Umbria 1, Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro;
  • Parere del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Perugia, Ufficio Prevenzione Incendi (Pratica n. 84637) Prot. n. 8701 del 09.06.2017;

CONSIDERATO che in data 11.07.2017 (Prot. n. 9198) è pervenuto a mezzo P.E.C. il seguente ulteriore atto di assenso:

  • Parere tecnico preventivo Prot. n. 12630 del 11.07.2017 rilasciato da ARPA Umbria, Dipartimento Provinciale di Perugia per la realizzazione di una cabina MT/BT;

PRESO ATTO che con la suddetta nota Prot. n. 9711 del 20.07.2017 il Sig. Succi Maurizio ha chiesto, inoltre, a questo Comune di convocare apposita Conferenza di Servizi ai sensi del comma 5 dell’art. 6 del D.Lgs 28/2011 “al fine di ottenere i pareri delle autorità competenti necessari alla conclusione del procedimento di PAS”;

CONSTATATA la necessità di provvedere alla convocazione della Conferenza di Servizi al fine di ottenere gli ulteriori atti di assenso finalizzati alla conclusione del procedimento di cui alla PAS in esame, ai sensi e per gli effetti dell’art. 6, comma 5 del D.Lgs. 28/2011, dell’art. 14-quater della L. 241/’90 e della D.G.R. n. 1432/2016;

DATO ATTO, al fine di quanto sopra indicato, che questo Comune, quale autorità procedente, ha provveduto con nota Prot. n. 9861 del 24.07.2017 di questo Ufficio, trasmessa a mezzo PEC alla Regione dell’Umbria, Servizio Energia, qualità dell’ambiente, rifiuti, attività estrattive, a convocare la Conferenza di Servizi decisoria ai sensi dell’art. 14 della Legge n. 241/990 e ss.mm.ii., dell’art. 6, comma 5 del D.Lgs. 28/2011 nonché ai sensi della D.G.R. n. 1432/2016, in forma semplificata e in modalità asincrona;

VISTA la nota della Regione dell’Umbria, Servizio Energia, qualità dell’ambiente, rifiuti, attività estrattive, bonifica, Prot. n. 0187947 del 08.09.2017, trasmessa a questo Comune a mezzo PEC (classificata con Prot. n. 11989 del 09.09.2017) con la quale si comunica la posizione unitaria della Regione stessa, favorevole all’intervento in oggetto, con prescrizioni;

PRESO ATTO degli allegati alla suddetta nota della Regione costituiti dalla Determinazione Dirigenziale n. 9083 del 08.09.2017 della Regione Umbria – Servizio Autorizzazioni Ambientali (AIA e AUA) riferita all’Autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi dell’art. 269 del D.Lgs. 152/2006 e dalla nota Prot. n. 118328 del 01.09.2017 della USL Umbria 1 riferita al parere igienico-sanitario;

RITENUTO pertanto di dover adottare la determinazione motivata di conclusione del procedimento relativo alla dichiarazione di procedura abilitativa semplificata di cui trattasi;

VISTO il vigente P.R.G. Parte Strutturale approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del 28.01.2016;

VISTO il Piano Comunale di Classificazione Acustica approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 11.02.2009;

VISTO il Decreto Legislativo 3 marzo 2011, n. 28 “Attuazione della direttiva 2009/20/CE sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE”;

VISTO in particolare l’art. 6 “Procedura abilitativa semplificata e comunicazione per gli impianti alimentati da energia rinnovabile” del D.Lgs. n. 28/2011;

VISTO il Regolamento Regionale 29 luglio 2011, n. 7 “Disciplina regionale per l’installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili” e successive modifiche ed integrazioni;

VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale 6 dicembre 2011, n. 1466 “Regolamento regionale 7/2011, art. 3, comma 4. Adozione della modulistica per la presentazione dell’istanza di autorizzazione unica, della dichiarazione e della comunicazione, nonché del modello e del modulo informativo”;

VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale 5 dicembre 2016, n. 1432 “Atto di indirizzo per l’uniforme applicazione delle procedure semplificate per la costruzione e l’esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili – Approvazione.”;

VISTA la Legge 7 agosto 1990, n. 241 “Nuove norme sul procedimento amministrativo” e successive modifiche ed integrazioni;

VISTI in particolare l’art. 14 e seguenti della L. 241/’90 relativi alla conferenza di servizi;

VISTO il Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale” e successive modifiche ed integrazioni ed in particolare l’art. 269;

VISTO il D.P.R 13 marzo 2013, n. 59, “Regolamento recante la Disciplina dell’autorizzazione unica ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad autorizzazione integrata ambientale, a norma dell’Art. 23 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35”;

VISTA la Legge Regionale 2 aprile 2015, n. 10 “Riordino delle funzioni amministrative regionali, di area vasta, delle forme associative di Comuni e comunali – Conseguenti modificazioni normative”;

VISTA la Legge Regionale 16 settembre 2011, n. 8 “Semplificazione amministrativa e normativa dell’ordinamento regionale e degli Enti locali territoriali”;

VISTO il Decreto Legislativo 18 Agosto 2000, n. 267 (T.U.L.O.E.L.) recante “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali” e successive modifiche ed integrazioni;

VISTO il decreto del Sindaco n. 3/2017 del 12.06.2017 con il quale è stato conferito al sottoscritto l’incarico della posizione di organizzazione “Area Tecnica” in attuazione dell’art. 107 e 109 del T.U.L.O.E.L. 18.08.2000 n. 267, dal 12.06.2017 al 31.12.2017;

D E T E R M I N A

Per le motivazioni di cui in premessa:

  1. di ADOTTARE la conclusione del procedimento, ai sensi e per gli effetti dell’art. 6, comma 5 del D.Lgs. 28/2011, dell’art. 14-quater della L. 241/’90 e della D.G.R. n. 1432/2016 di cui alla dichiarazione di Procedura Abilitativa Semplificata (PAS) presentata dalla Società “TECNOLOGIE AMBIENTALI S.r.l.”, per la realizzazione di un impianto di produzione di energia da fonti rinnovabili – biomasse e delle relative opere ed infrastrutture connesse della potenzialità di 199 Kwe, nei terreni siti in Voc. San Donnino di questo Comune distinti catastalmente al Foglio n. 90 con le Particelle n. 109, 328, 329, 330 e 331, costituita dalla seguente documentazione tecnico-progettuale a firma dell’Ing. Michele Verdi, dell’Ing. Filippo Bellini e dell’Ing. Fabrizio Quadrelli:
  • Tavola n. 01: Planimetria Catastale, Estratti del P.R.G. – PS – Vigente, Foto aerea;
  • Tavola n. 02: Piano quotato Stato attuale. Planimetria Generale Stato di Progetto;
  • Tavola n. 03: Sezioni del Terreno;
  • Tavola n. 04: Fabbricato Impianto – Piante, Prospetti e Sezioni; Box Servizi – Piante e Prospetti;
  • Tavola n. 05: Relazione Tecnica, Documentazione Fotografica;
  • Tavola n. 06: Elaborato Tecnico della Copertura;
  • Tavola n. 07: Elaborato delle Terre e Rocce da Scavo;
  • Tavola n. 08: Documenti vari;
  • Tavola n. 09: Cabina ENEL – Piante e Prospetti; Planimetria con Elettrodotto;
  • Tavola n. 10: Relazione Illustrativa Impianto;
  • Tavola n. 11: Relazione Tecnica sul trattamento e lo smaltimento delle acque reflue;
  • Allegato C: Domanda di autorizzazione ai sensi dell’art. 269 del D.Lgs. 152/2006;
  • Allegato E1/B: Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà per l’esercizio di attività che producono un impatto acustico (L. 447/’95);
  • Relazione Geologica e Indicazioni Geotecniche (a firma del Dott. Geol. Nicola D’Ubaldo).
  1. di PRENDERE ATTO dei seguenti pareri di assenso e/o certificazioni inerenti la PAS in esame:
  • Certificazione di compatibilità in materia idrogeologica, ai sensi dell’art. 127 della L.R. 1/2015, a firma del Dott. Geol., Nicola D’Ubaldo (Allegato 1);
  • Parere igienico-sanitario favorevole con prescrizioni, Prot. 76959 del 05.06.2017, rilasciato dalla USL Umbria 1, Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (Allegato 2);
  • Parere del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Perugia, Ufficio Prevenzione Incendi (Pratica n. 84637) Prot. n. 8701 del 09.06.2017 (Allegato 3);
  • Parere tecnico preventivo Prot. n. 12630 del 11.07.2017 rilasciato da ARPA Umbria, Dipartimento Provinciale di Perugia per la realizzazione di una cabina MT/BT (Allegato 4);
  • Nota della Regione dell’Umbria, Servizio Energia, qualità dell’ambiente, rifiuti, attività estrattive, bonifica, Prot. n. 0187947 del 08.09.2017, con la quale si comunica la posizione unitaria della Regione stessa, favorevole all’intervento in oggetto, con prescrizioni e relativi allegati costituiti dalla Determinazione Dirigenziale n. 9083 del 08.09.2017 della Regione Umbria – Servizio Autorizzazioni Ambientali (AIA e AUA) riferita all’Autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi dell’art. 269 del D.Lgs. 152/2006 e dalla nota Prot. n. 118328 del 01.09.2017 della USL Umbria 1 riferita al parere igienico-sanitario (Allegato 5);
  1. di RITENERE conseguentemente acquisiti gli atti di assenso di competenza di amministrazioni diverse da quella comunale, necessari alla costruzione ed all’esercizio dell’impianto, così come previsto al comma 5 dell’art. 6 del D.Lgs. n. 28/2011;
  2. di VINCOLARE la realizzazione dell’impianto di cui alla PAS, al rispetto di tutte le prescrizioni indicate nei pareri elencati al sopra riportato punto n. 2 ed allegati alla presente determinazione;
  3. di DARE ATTO che dovrà essere rispettato quanto previsto dai commi 6, 7 e 8 dell’art. 6 del D.Lgs 28/2011 che di seguito si trascrivono:
  • la realizzazione dell’intervento deve essere completata entro tre anni dal perfezionamento della procedura abilitativa semplificata ai sensi dei commi 4 o 5 (d.r. nel caso in esame a decorrere dalla data di rilascio della presente). La realizzazione della parte non ultimata dell’intervento è subordinata a nuova dichiarazione. L’interessato è comunque tenuto a comunicare al Comune la data di ultimazione dei lavori.
  • la sussistenza del titolo è provata con la copia della dichiarazione da cui risulta la data di ricevimento della dichiarazione stessa, l’elenco di quanto presentato a corredo del progetto, l’attestazione del professionista abilitato, nonché gli atti di assenso eventualmente necessari.
  • ultimato l’intervento il progettista o un tecnico abilitato rilascia un certificato di collaudo finale, che deve essere trasmesso al Comune, con il quale si attesta la conformità dell’opera al progetto presentato con la dichiarazione, nonché ricevuta dell’avvenuta presentazione della variazione catastale conseguente alle opere realizzate ovvero dichiarazione che le stesse non hanno comportato modificazioni del classa mento catastale.
  1. di STABILIRE conseguentemente a quanto previsto dal presente provvedimento che i lavori potranno essere iniziati dalla data di efficacia della presente Determinazione e dalla data di notifica alla Ditta richiedente;
  2. di TRASMETTERE copia della presente alla Regione dell’Umbria, Servizio Energia, qualità dell’ambiente, rifiuti, attività estrattive, bonifica;
  3. di STABILIRE che si intendono applicate anche tutte le norme attualmente vigenti in materia, anche se non espressamente indicate nel presente atto;
  4. di DICHIARARE il presente atto immediatamente efficace;
  5. di TRASMETTERE la presente determinazione all’Ufficio Segreteria per l’inserimento nel Registro Generale e per la pubblicazione all’Albo Pretorio on-line.-

Avverso il presente provvedimento, ai sensi dell’art. 3, comma 4 della L. 241/1990, è ammessa proposizione di ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale dell’Umbria, secondo le modalità di cui alla Legge 06.12.1971, n. 1034, oppure è ammesso ricorso straordinario al Capo dello Stato, ai sensi del D.P.R. 24.11.1971, n. 1199, rispettivamente entro 60 e 120 giorni dalla data di avvenuta notificazione del presente atto.-

Letto e sottoscritto a norma di legge.

 

 

 

 

 

 

 

___________________________________________________________________________

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE

Della suestesa determinazione viene iniziata oggi la pubblicazione all’Albo Pretorio per 15 giorni consecutivi dal 19-09-2017   al 04-10-2017

Lì 19-09-2017

 

  IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
  F.to Silla Daniela

 

 

 

Copia conforme all’originale.

 

  _______________________