Home Rubriche Città della Pieve. Terzieri ed Ente Palio hanno presentato l’Edizione 2019 e...

Città della Pieve. Terzieri ed Ente Palio hanno presentato l’Edizione 2019 e salutato il Sindaco Scricciolo

Condividi

Il riconoscimento di una maturità raggiunta ed il commiato, anche commosso, con il Sindaco Fausto Scricciolo, protagonista insieme a tutti gli altri di questi ultimi importanti cinque anni nella vita del Palio e dei Terzieri. Si può sintetizzare così la mattinata a Palazzo Corgna di Città della Pieve, dove è stato fatto un bilancio ed un rendiconto dello scorso anno ed è stata presentata la Edizione 2019 del Palio dei Terzieri con tutte le sue manifestazioni più importanti. E’ stata anche, come ormai è tradizione, l’occasione in cui Ente Palio e Terzieri hanno voluto rendere omaggio e premiare alcune importanti figure tra i contradaioli.

Fausto Scricciolo in uno dei suoi ultimi impegni da Sindaco ha aperto i lavori ricordando le difficoltà create nella passata edizione dal maltempo e dallo slittamento di una settimana dello svolgimento del Palio. Difficoltà che sono state comunque superate grazie alla mobilitazione ed al sacrifico dei Terzieri, ma anche grazie ad una organizzazione ormai collaudata.
L’edizione del Palio 2019 si svolgerà dal 12 al 25 agosto con 14 date molto intense di manifestazioni ed eventi, in un quadro cittadino in cui è cresciuta la consapevolezza che questo ormai storico appuntamento è il motore del turismo a Città della Pieve.

Viene da pensare facendo un passo di lato, diciamo noi, come sia cresciuta, la capacità di “specializzazione” cittadina, in questo ambito di attività e nello stesso tempo quanto ancora c’è e ci sarebbe da lavorare per far crescere altre attività di richiamo turistico.

Scricciolo nel suo intervento ha ricordato anche il contributo che è stato dato dal GAL nell’edizione trascorsa e come in questi anni l’Ente Palio si sia strutturato e sia cambiato, con un lavoro comune ed unitario di tutti e tre i Terzieri.

Poi sono state indicate le novità principali. L’inizio anticipato appunto a maggio con la presentazione del programma e la benedizione degli arcieri, dei vessilli e del palio, che come ha ricordato Mario Marroni, presidente della commissione artistica, vuole ricordare il la collaborazione fra potere religioso e potere laico.

L’altra importante novità che sarà realizzata ad ottobre quando sarà consegnato “il masgalano”, cioè il premio al miglior figurante e saranno messi in mostra i migliori costumi selezionati insieme ad una mostra fotografica che avrà l’ambizione di restare come archivio fotografico delle giornate del Palio.

L’amministratore dell’Ente Palio Brillo ha segnalato i cambiamenti che la legislazione in materia sta producendo anche per le associazioni di volontariato come sono i Terzieri, novità che obbligheranno a realizzare consistenti accantonamenti, come fondi di garanzia.

Hanno preso poi la parola i Presidenti dei tre Terzieri che hanno consegnato, come riconoscimento e ringraziamento, alla fine del suo mandato, una pergamena al sindaco e poi  hanno proceduto alla premiazione dei contradaioli che si sono segnalati per la loro attività e per l’attaccamento al Terziere.

Il Presidente del Terziere Borgo Dentro, Gabriele Bordi,  ha premiato Silvana Perugino e Nando Marinali.

Il Presidente del Terziere Casalino, Roberto Chionne, ha premiato Mario Marroni e Roberto Peciotti.

Il Presidente del Terziere Castello, Andrea Scricciolo,  ha premiato Piergiorgio Mangiabene e Mario Meo.

 



 

Condividi