Home istituzioni Comitato Pievaiola ” Assessore Chianella, comportamento istituzionalmente scorretto” Un comunicato del Comitato...

Comitato Pievaiola ” Assessore Chianella, comportamento istituzionalmente scorretto” Un comunicato del Comitato dopo l'incontro in Regione

Condividi

(Comunicato stampa). Martedi 6 febbraio a due mesi di distanza il Comitato Pievaiola è tornato a Palazzo Donini dall’Assessore Regionale Giuseppe Chianella. In quell’occasione avevamo consegnato all’ Assessore Quattromila firme raccolte con una Petizione Popolare, “SR 220 e Sicurezza Stradale” in cui si chiedeva di realizzare in tempi rapidi i lavori di adeguamento e miglioramento della Pievaiola tratto funzionale che va da Capanne a Fontignano, contenute nel protocollo del 25/7/2013.

Dal rappresentante regionale avevamo avuto la promessa che ci avrebbe contattato ed informato sulla reale situazione, ma questo non è accaduto. Così una nostra delegazione è tornata ad interrogare l’Assessore Chianella, visto il suo prolungato silenzio, una promessa è una promessa. Inizialmente si è fatto negare, successivamente si è presentato, con modi non garbati, infastidito, rimproverandoci che non si poteva disturbarlo ogni quindici giorni a chiedere sempre le stesse cose ed invitandoci a interrogare la Provincia, l’ente attuatore, di fatto scaricando su altri.

Sui giornali ha dichiarato che i nostri attacchi sono stati “ politicamente strumentali” e che già ai primi di dicembre il comitato conosceva benissimo la situazione e i tempi necessari per le procedure, inoltre adducendoci un atteggiamento non propenso al dialogo, ma solo per mettersi in vetrina.

Ma le cose sono andate in modo diverso. Ai primi di dicembre alla consegna delle 4 mila firme l’Assessore Regionale ai Trasporti ci aveva detto che non aveva dati disponibili ma che presto ci avrebbe contattato. Crediamo che il suo sia stato un comportamento istituzionalmente scorretto, e avventato nei confronti non solo di cittadini Umbri ma soprattutto della delegazione del comitato che rappresentava “ solamente “ 4 Mila firmatari che chiedono alle proprie Istituzioni regionali semplicemente delle risposte chiare in merito alla Sicurezza Stradale, alle tempistiche di attuazione di un progetto “ Pievaiola” che si trascina oramai da decenni e all’utilizzo di denaro pubblico ( oltre 10 Milioni di euro).

La sicurezza stradale e l’incolumità di molti cittadini NON può più attendere, tanti , troppi incidenti a volte purtroppo mortali impongono a Tutti impegno e responsabilità.

Infine vogliamo ricordare a Tutti che il Comitato continuerà a battersi per il progetto sulla Pievaiola e proseguirà le sue visite in Regione finché non avrà risposte certe e non sarà perseguita la Sicurezza Stradale su tutte le nostre strade.

                                                     

                                                                         Per Il Comitato Pievaiola

                                                                           Per i 4 Mila Firmatari

                                                                                 Augusto Peltristo