Home istituzioni Il Consiglio Comunale di Castiglione chiede alla Regione più poteri e risorse...

Il Consiglio Comunale di Castiglione chiede alla Regione più poteri e risorse all’Unione dei Comuni «SUBITO UNA CONVENZIONE CON LA TOSCANA PER DISPORRE DELL'ACQUA DI MONTEDOGLIO»

Condividi

 (AKR). Nella seduta del 31 luglio la maggioranza che governa il Comune di Castiglione del Lago ha presentato e approvato, con i soli voti che ha a disposizione, un ordine del giorno per il mantenimento della salute del lago Trasimeno e che chiede il trasferimento in tempi rapidi delle deleghe e di adeguate risorse destinate al Lago all’Unione dei Comuni del Trasimeno.

Si chiede anche di stipulare apposita convenzione con la Regione Toscana per consentire in inverno di apportare l’acqua dal Montedoglio al Trasimeno. Chiesta anche la predisposizione di un’organica proposta di legge da parte del Consiglio Regionale da sottoporre al Parlamento che permetta la normale e stabile manutenzione del bacino e delle sponde anche in modifica alle attuali normative con particolare riferimento al piano stralcio del Trasimeno.

Ecco il testo integrale dell’Odg approvato: «Considerato che la siccità degli ultimi anni ha provocato l’abbassamento significativo del livello del Lago Trasimeno riproponendo in maniera drammatica tutte le problematicità del bacino, da quelle dell’ampliamento a quelle del dragaggio delle rive, dall’invasione dei rovi, alla invadenza dei nocivi.
Rilevato che nonostante le tante sollecitazioni da parte delle Amministrazioni locali non sia ancora elaborato un piano strategico per il Lago che rispetti l’ambiente tradizionale che ha visto per millenni la presenza e l’intervento dell’uomo e consenta nei momenti di  crisi idrica di mantenere il livello. Preso atto che il progetto previsto per l’apporto di acqua dal fiume Chiascio ha ancora tempi lunghi per la realizzazione e che l’unico intervento possibile nel breve periodo è l’apporto dalla diga di Montedoglio.
Considerato che la Provincia di Perugia, titolare da tempo delle deleghe sul Lago, non ha sviluppato specifiche  conoscenze e competenze per la gestione della normale manutenzione e che la stessa si è resa disponibile al passaggio delle deleghe in materia all’Unione dei Comuni del Trasimeno.

Si chiede alla Regione Umbria di attivarsi: per il trasferimento, in tempi rapidi, delle deleghe e risorse sul lago all’Unione dei Comuni del Trasimeno; per stipulare apposita convenzione con la Regione Toscana per  consentire in inverno di apportare l’acqua dal Montedoglio sul Lago; di predisporre una organica proposta di legge da parte del Consiglio Regionale da sottoporre al Parlamento che permetta la normale e stabile manutenzione del bacino e delle sponde anche in modifica alle attuali normative con particolare riferimento al piano stralcio del Trasimeno; per il trasferimento delle deleghe e risorse relative alla bonifica all’Unione dei Comuni del Trasimeno».