Home Associazionismo e Volontariato Il Gruppo Fai Trasimeno viene promosso e diventa Delegazione Cerimonia a Palazzo...

Il Gruppo Fai Trasimeno viene promosso e diventa Delegazione Cerimonia a Palazzo Corgna sabato 6 maggio

Condividi

 Promozione in vista per il Gruppo Fai Trasimeno. Dopo tre anni di attività “passa di livello” e diventa la terza Delegazione umbra insieme a quelle di Perugia e Terni. La cerimonia si terrà sabato 6 maggio alle ore 17,30 a Castiglione del Lago, nella Sala del Teatro di Palazzo Corgna. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Castiglione del Lago Sergio Batino, della Presidente regionale FAI Nives Maria Tei Coaccioli e l’intervento del Capo Delegazione Luca Marchegiani, verrà messa in scena una produzione di Trasimeno Teatro, “Perugina” di Agostino Pennacchi.

“Sarà un’occasione per fare il bilancio del lavoro svolto – annuncia Marchegiani – e programmare quello futuro, a partire dalla nascita del Gruppo giovani”.

Tante, secondo quanto ricorda lo stesso Marchegiani, le attività svolte, in collaborazione con istituzioni locali ed associazioni. Tutti eventi di visibilità per il territorio. “In questi anni – dichiara – nel Trasimeno ci siamo impegnati per la valorizzazione del paesaggio con una serie di convegni che hanno coinvolto Regione, Comuni, Università, Sovrintendenza, associazioni, che hanno lanciato l’idea di valorizzazione dei paesaggi del Trasimeno, con percorsi dedicati al Perugino anche nel tavolo di contratto di paesaggio del Trasimeno in Regione. Ricordiamo il nostro impegno per le celebrazioni corgnesche, con aperture straordinarie e percorsi tematici. Importante l’appuntamento con Piegaro, con la giornata di studio sull’Abbazia dei Sette Frati a Pietrafitta. Grande attenzione alle collaborazione con la scuola, con la formazione degli Apprendisti Ciceroni: i primi quelli di Paciano, con cui abbiamo lavorato insieme a TrasiMemo, rafforzando poi il rapporto a Panicale con l’Omnicomprensivo di Tavernelle, proseguendo con progetti di alternanza scuola lavoro come a Città della Pieve per la fruizione dei beni ecclesiastici.

Altre iniziative volte a riscoprire il vasto museo diffuso nel territorio, con aperture straordinarie dei tanti beni spesso privati e difficilmente accessibile, o percorsi tematici come quelli sulla Via Romea. Tante le occasioni e i progetti per il futuro, come i trekking dedicati al Perugino di fine aprile e settembre, i nuovi progetti di alternanza scuola lavoro o le prossime mattinate Fai per la scuola”.

Intanto la futura Delegazione pensa di ampliare il raggio d’azione con nuovi eventi su Tuoro e Passignano.

da Cittadino e Provincia