Home istituzioni Il parcheggio di Via Belvedere nel Consiglio Comunale aperto di Castiglione Dalla...

Il parcheggio di Via Belvedere nel Consiglio Comunale aperto di Castiglione Dalla maggioranza richeista di riordino dei parcheggi in tutto il centro storico

Condividi

Si è tenuto, nei giorni scorsi a Castiglione del Lago il Consiglio Comunale Aperto sul progetto del nuovo parcheggio di Via Belvedere Nord. In tale occasione, si è svolto un articolato dibattito, che ha visto intervenire cittadini, rappresentanti di associazioni, esponenti politici, esercenti ed amministratori comunali. Nel complesso, si è assistito ad una discussione composta, civile, con toni sobri e consoni al contesto della massima assise locale.

Nello specifico, l’ing. Stefano Cerboni, tecnico dell’ente e redattore del progetto in questione, ha operato un’estesa illustrazione sia dell’iter procedurale ed autorizzativo che lo ha caratterizzato, sia in particolare dei relativi elementi di dettaglio, corredata dalla proiezione di documenti, sezioni, fotografie e rendering dell’intervento. «Siamo di fronte ad un’ipotesi di opera pubblica non invasiva, priva della presenza di cemento o asfalto, per la quale non è prevista in alcun modo la compromissione delle storiche piante d’olivo presenti in loco e che si “risolve” nella realizzazione di un mero ciglionamento in terra».
Nel corso della discussione, l’Amministrazione ha ulteriormente ricostruito il corposo percorso partecipativo pubblico e consiliare che sin dal 2009 ha contraddistinto la progettualità in esame, le sue stringenti finalità e la stretta correlazione con la definitiva individuazione dell’Ospedale di Castiglione del Lago che sarà nei prossimi mesi ampliato e potenziato e diventerà presidio di riferimento per l’intera area del Trasimeno. L’associazione “Salviamo il Poggio” ha ribadito la propria contrarietà al progetto.
Chiusa la parte “aperta” della seduta consiliare, si è proceduto alla approvazione di un ordine del giorno della maggioranza, sintesi delle posizioni da essa espresse. Con tale documento, pur ribadita con forza la significatività del vasto processo di partecipazione già svolto ed il perfetto inserimento dell’opera nel quadro di pianificazione urbanistica da tempo in essere, si impegna l’amministrazione comunale a non attivare, nelle more dell’espletamento di un puntuale confronto con il tessuto sociale e le associazioni di tutto il territorio, e della valutazione delle possibili soluzioni alla problematica dei parcheggi nel centro storico, le procedure strettamente finalizzate alla materiale esecuzione dell’opera. Il documento sottolinea che, ove necessario, nulla osta all’eventuale promozione di una consultazione popolare in merito. Il Sindaco, anche a nome dell’amministrazione, ha infine assunto espressamente l’impegno di concludere il percorso di ascolto delle varie anime della comunità castiglionese entro l’estate, ritenendo, nel rispetto dei cittadini e delle regole democratiche, che sia doveroso per una Amministrazione Comunale nel momento che i cittadini pongono questioni di merito ascoltare, valutare e solo dopo decidere definitivamente.
Nell’Odg della maggioranza, poi approvato, si sottolinea l’importanza di operare in tempi celeri varie scelte afferenti all’assetto complessivo del sistema dei parcheggi del capoluogo: «La riflessione sul parcheggio di Via Belvedere Nord si inserisce organicamente sulla più ampia tematica del riordino del sistema dei parcheggi del capoluogo e si ritiene che le linee guida di tale rimodulazione debbano prevedere la gratuità delle soste brevi (fatta eccezione per il parcheggio di Piazza Gramsci), abbonamenti annuali per residenti a costi sostenibili e la possibilità di acquisto di un biglietto “unico”, anch’esso a prezzo competitivo, valevole per il fine settimana. Si deve prevedere l’incremento dei posti riservati ai disabili e l’introduzione di stalli a servizio di donne incinte o con prole di tenera età. Si dovrà introdurre un congruo numero di stalli “a tempo” per consentire una fruizione più ampia del servizio».;
Dai primi giorni di luglio sarà presentato ed attivato, in via sperimentale tramite affidamento esterno, il servizio di collegamento da e per il centro storico per il tramite di un minibus “a richiesta”. (AKR)