Home Economia e lavoro La Città di Chiusi si racconta al Salone del Gusto di Torino...

La Città di Chiusi si racconta al Salone del Gusto di Torino Da giovedì 20 a lunedì 24 settembre

Condividi

Le eccellenze enogastronomiche, archeologiche e culturali della Città di Chiusi saranno raccontate a Torino negli spazi del Salone del Gusto che si svolgerà da giovedì 20 a lunedì 24 settembre. Nella prestigiosa location del Lingotto Fiere il Comune di Chiusi sarà tra i protagonisti all’interno dello stand Slow Food Regione Toscana con materiali informativi, video ed una serie di appuntamenti esclusivi. Il territorio di re Porsenna e le sue peculiarità saranno esplorate attraverso alcuni dei suoi tesori più caratteristici; l’olio di oliva “Minuta” (rara e antichissima cultivar), il vino, il brustico (pesce di lago cotto sulla canna lacustre), la carne di Chianina nonché i cereali e la birra. Il tutto sarà, ovviamente, abbinato ed amalgamato con la storia etrusca e cristiana che da sempre rappresenta un patrimonio di eccellenza per la Città di Chiusi. L’iniziativa, mirata ad una valorizzazione e promozione sostenibile della Città e del suo territorio, coordinata dal Comune, vede la partecipazione dell’Associazione Proloco, dei produttori, artigiani e della comunità dell’olio di minuta di Chiusi (i cui produttori avranno anche uno stand esclusivo), delle istituzioni e della Condotta Slow Food Montepulciano Chiusi oltre Che Slow Food Nazionale ed Internazionale.

‘Per l nostra città – dichiarano il sindaco di Chiusi Juri Bettollini e il vicesindaco Chiara Lanari – il Salone del Gusto di Torino rappresenta una importante opportunità per la sensibilizzazione, valorizzazione e promozione di tematiche agroalimentari e culturali per la nostra città ed il territorio; abbiamo lavorato in modo sinergico con i nostri produttori e la Proloco insieme al Tour operator e alla comunità dell’olio di minuta di Chiusi in collaborazione con la locale condotta Slow Food e con il Regionale ed il Nazionale con la supervisione scientifica della Dott.ssa Turchetti del polo Museale della Toscana, Museo Nazionale Etrusco di Chiusi, affinché Chiusi ed il territorio siano rappresentative della filosofia già nota al tempo degli Etruschi e dei cristiani, inserendo il cibo ed il concetto di comunità come elementi chiave. Un sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno dato la propria disponibilità. La nostra Città ed il nostro territorio hanno tanto da raccontare e siamo certi che il cibo e la storia siano gli elementi sui quali tenere sempre alta l’attenzione per stimolare cittadini e visitatori e far vivere esperienze all’insegna del benessere proprio come facevano gli antichi Etruschi e come abbiamo rievocato nel progetto Experience Etruria e le vie dell’acqua, del vino e dell’olio”

Nello specifico gli incontri dedicati al territorio e alle eccellenze del Comune di Chiusi saranno tre: giovedì 20 settembre “Chiusi e gli Etruschi: le comunità dell’Olio di oliva minuta e del brustico del lago incontrano i vini della città”; venerdì 21 “Chiusi e gli Etruschi: Chianina, olio di Minuta e vini rossi per una promozione e valorizzazione integrata e sostenibile; lunedì 24 “Chiusi Etrusca e cristiana: birra, olio di oliva Minuta e cereali.

Ufficio Comunicazione Comune di Chiusi