Home Ambiente e Territorio Magione: A San Savino cinque proloco dell’Umbria progettano attività comuni di promozione....

Magione: A San Savino cinque proloco dell’Umbria progettano attività comuni di promozione. L’idea nata durante la partecipazione del presidente della proloco lacustre alla Sagra della cipolla di Cannara winter.

Condividi

Avviare percorsi comuni che consentano di promuovere in maniera più efficace i prodotti tipici dei territorio che rappresentano, le loro bellezze naturali e artistiche. Questo lo spirito con cui si sono incontrate a San Savino di Magione le proloco di Cave di Foligno, Cannara, Cantalupo e Spina di Campello per un pranzo conviviale organizzato dalla proloco lacustre.

«L’idea di un pranzo a base di prodotti tipici del Trasimeno – racconta Maurizio Orsini, presidente della proloco di San Savino – la lanciammo lo scorso dicembre in occasione di una nostra partecipazione alla Sagra della cipolla di Cannara winter. La proposta fu accolta con entusiasmo dai presidenti delle proloco presenti. In questo fine settimana abbiamo potuto finalmente realizzare questo incontro che ha visto la partecipazione anche delle tante persone che lavorano per la realizzazione delle rispettive feste». «Tutte le proloco che hanno partecipato – prosegue – sono portatrici di un discorso di valorizzazione del prodotti tipici del loro territorio. La proloco di Cave di Foligno ha vinto, lo scorso anno, la Sagra delle eccellenze con la Sagra del fagiolo locale. Penso che tutti conoscano la squisita cipolla di Cannara ma anche Catalupo con la sagra della lumaca e Spina di Campello con quella del tartufo sono ormai degli appuntamenti imperdibili per chi vuole apprezzare veramente le nostre tipicità di alta qualità. Una scelta che ci accomuna e che vorremmo rafforzare pensando, per il futuro, a scambi di esperienze o possibili collaborazioni per una promozione reciproca  nell’ambito delle rispettive feste».  

Al pranzo, chiusosi con una bella torta realizzata per l’occasione dalla proloco di San Savino, sono intervenuti i presidenti della proloco di Cave di Foligno, Maurizio Tozzi; Roberto Damaschi, proloco di Cannara; Angelo Palini, Cantalupo di Bevagna; Santino Fortunati, proloco di Spina di Campello.

Fonte di Luigina Miccio