Home Cronaca Magione: arrestato un albanese per rapina all’interno di un supermercato. Nell’ambito di...

Magione: arrestato un albanese per rapina all’interno di un supermercato. Nell’ambito di una serie di servizi coordinati dalla Compagnia di Città della Pieve,

Condividi

 

(Comunicato stampa). Nell’ambito di una serie di servizi coordinati dalla Compagnia di Città della Pieve, finalizzati al controllo del territorio per intensificare il contrasto e la repressione dei reati in genere ed in particolare quelli di tipo predatorio, verso le ore 12:00 di sabato 19 agosto 2017, a Magione, i Carabinieri della locale Stazione, unitamente a quelli di Passignano sul Trasimeno, hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di rapina impropria in danno del Supermercato Coop di Magione, un venticinquenne albanese, residente a Roma, disoccupato, gravato da numerosi pregiudizi di polizia per furto nonché privo di documenti.

I militari, che sono intervenuti a seguito di una segnalazione telefonica ricevuta dalla centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Città della Pieve da parte di un addetto alla sicurezza del supermercato, hanno ricostruito la vicenda: il ragazzo albanese, pochi istanti prima dell’arrivo dei Carabinieri, impossessatosi di 15 bottiglie di vino e super alcolici, occultandoli sotto la maglietta e dentro uno zaino è stato notato da un addetto del negozio il quale lo ha prontamente bloccato.

Lo straniero, a quel punto, avendo capito che erano state allertati i Carabinieri, ha cominciato ad inveire frasi minacciose nei confronti dell’addetto alla sicurezza per intimorirlo, poi dimenandosi per scappare, lo ha colpito ad una mano provocandogli una forte contusione. I militari, appena giunti lo hanno condotto presso gli uffici della caserma di Magione dove al termine di approfonditi accertamenti, è risultato gravato da numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio.

La refurtiva, per un valore di circa 250 euro è stata recuperata e riconsegnata al supermercato. L’ arrestato, una volta terminate tutte le procedure di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Perugia-Capanne.