Home Arte e cultura Magione. XXIII edizione Premio Vittoria Aganoor Pompilj. Presentazione online della cinquina dei...

Magione. XXIII edizione Premio Vittoria Aganoor Pompilj. Presentazione online della cinquina dei finalisti

Condividi

Venerdì 28 maggio conversazione con Alessandra Cenni sulle lettere inviate da Eugenio Montale a Margherita Dalmanti l’ultima delle sue Muse

 Resi noti i titoli della cinquina dei finalisti che hanno partecipato alla prima sezione della XXIII edizione del Premio Vittoria Aganoor Pompilj riservata a carteggi e corrispondenze.
Le cinque pubblicazioni saranno presentate online sul canale YouTube Magione live, sulla pagina Facebook Magione cultura e Linkedin nell’ambito del format “La parola ai giurati. Presentazione dei carteggi selezionati” promosso dall’assessorato alla cultura del Comune di Magione che organizza il Premio.

 

volumi finalisti, in ordine alfabetico dei curatori sono: Eugenio Montale Divinità in incognito, Lettere a Margherita Dalmanti (1956-1974) a cura di Alessandra Cenni, Archinto edizioni; Lucrezia Borgia. Lettere 1494-1519 a cura di Diane Ghirardo Tre Lune edizioni; Norberto Bobbio-Pietro Calamandrei. Un “ponte” per la democrazia. Lettere 1937-1956 a cura di Marcello Gisondi Edizioni di Storia e letteratura; Aldo Palazzeschi-Gian Pietro Lucini. Carteggio 1910 a cura di Simone Magherini, Edizioni di Storia e letteratura; Roberto Roversi-Vittorio Sereni “Vincendo i venti nemici” Lettere 1959-1982 a cura di Fabio Moliterni, Pendragon edizioni;

Primo appuntamento venerdì 28 maggio, ore 19 con Alessandra Cenni curatrice del carteggio Eugenio Montale Divinità in incognito, Lettere a Margherita Dalmanti (1956-1974) Archinto edizioni.

Il libro raccoglie le lettere inviate da Eugenio Montale tra il 1956 e il 1974 alla poetessa e musicista greca Margherita Dalmanti che ebbe un ruolo fondamentale nel rapporto culturale tra Grecia e Italia in quegli anni. Gli scritti ci danno “preziosi riferimenti e nuove chiavi interpretative a proposito della sorprendente svolta creativa della seconda parte della vita del poeta: brillanti, colloquiali, umoristiche, ci raccontano un Montale privato e dipingono un’intesa affettiva e intellettuale intensissima con colei che è stata l’ultima delle sue Muse”.

La prima sezione è riservata ad opere in lingua italiana nelle quali vengono pubblicati carteggi, corrispondenze o epistolari di figure rappresentative, in ambito culturale, della società italiana. I carteggi o gli epistolari devono essere trascritti e curati seguendo rigorosi criteri filologici dichiarati dal curatore. Le opere devono essere state pubblicate nei tre anni precedenti la data di pubblicazione del bando (2019-2021).

La giuria del premio è composta da:

Maurizio Tarantino (presidente onorario) direttore Biblioteca Classense e MAR di Ravenna;

Adriana Chemello (presidente), Università di Padova; Isabella Nardi, Università di Perugia;

Mario Squadroni, Università di Perugia; Massimiliano Tortora, Università di Torino;

Fabrizio Scrivano, Università di Perugia.

Note Alessandra Cenni, ricercatrice e docente di Letteratura Italiana e Letterature Comparate, ha conseguito un dottorato di ricerca internazionale-label europeo presso l’Università di Roma2- Tor Vergata e Atene “Capodistriako” nel 2014, precedentemente aveva ottenuto la specializzazione di tre anni di postlaurea in Letterature comparate greca-italiana presso l’Università di Salonicco (Grecia) Si occupa da molti anni di poesia e di teatro, didattica e ricerca.

Ha curato l’Opera completa di Antonia Pozzi per diversi editori, dalla prima edizione moderna con Scheiwiller- Garzanti (1986) all’ultima con Bietti (2013) oltre alla biografia: In riva alla vita, (Rizzoli, 2002). Ha scritto anche un accurato ritratto critico-biografico di Emily Dickinson: Cercando Emily Dickinson (Milano, Archinto, 1998) e il saggio biografico Gli occhi eroici (Mursia, 2011) Ha pubblicato poesie che interpreta in forma di performances, allestite in spazi inusuali : Silhouettes-L’Altra Poesia (1994), Le tuffatrici (1997) e Cosmonautiche (2002) , Corpi celesti (2010) che ha ottenuto il primo premio al concorso internazionale di poesia Tulliola, Città di Formia, 2012. Ha ideato e realizzato anche mostre di poesia visiva, tra cui la mostra sulla Lettera come scrittura creativa, con autografi e interventi di poesia visiva, alla Biblioteca Sormani di Milano nel 2010. L’ultima mostra da lei realizzata: “Pietre parlano” è stata allestita nel luglio 2013 nell’antico palazzo della Commenda di Pré a Genova. Nel 2013 è uscito anche il suo primo romanzo, Pietre e onde (Robin-Biblioteca del vascello), presto in e-book: un romanzo d’avventura e filosofico, ispirato alla teoria dell’’eterno ritorno”.

PROGRAMMA COMPLETO PRESENTAZIONI

XXIII edizione Premio Vittoria Aganoor Pompilj

Presentazione della cinquina dei carteggi

partecipanti alla prima sezione

28 maggio ore 19

Eugenio Montale Divinità in incognito

Lettere a Magherita Dalmanti (1956-1974)

Archinto edizioni

Interverrà la curatrice Alessandra Cenni

4 giugno ore 19

Roberto Roversi-Vittorio Sereni

“Vincendo i venti nemici” Lettere 1959-1982

Pendragon edizioni

Interverrà il curatore Fabio Moliterni

9 giugno ore 19

Norberto Bobbio-Pietro Calamandrei

Un “ponte” per la democrazia. Lettere 1937-1956

Edizioni di Storia e letteratura

Interverrà il curatore Marcello Gisondi

11 giugno ore 19

Lucrezia Borgia

Lettere 1494-1519

Tre Lune edizioni

Interverrà la curatrice Diane Ghirardo

e l’editore Luciano Parenti

16 giugno ore 19

Aldo Palazzeschi-Gian Pietro Lucini

Carteggio 1910

Edizioni di Storia e letteratura

A cura di Simone Magherini

 

Condividi