Home Manifestazioni ed Eventi Mangiabevilonga, bene il trinomio natura-cultura-enogastronomia Tanti appassionati di trekking sui sentieri tra...

Mangiabevilonga, bene il trinomio natura-cultura-enogastronomia Tanti appassionati di trekking sui sentieri tra Gaiche e Castiglion Fosco per la 14° edizione

Condividi

Convince a Piegaro il trinomio natura, cultura ed enogastronomia. Si è svolta con successo la quattordicesima edizione della Mangiabevilonga nella nuova versione “trekking”. Un centinaio di camminatori ha aderito all’edizione 2017 della manifestazione che dà la possibilità di compiere tre azioni in una: camminare tra la natura, scoprire borghi ed angoli fuori dalle rotte turistiche ordinarie e degustare piatti tipici locali.

Muniti di tenuta da trekking i partecipanti hanno percorso un itinerario di circa dieci chilometri lungo i sentieri collinari che collegano Fontana, Gaiche e Castiglion Fosco. Una lunga camminata intervallata da visite ai beni artistici e architettonici del territorio e tappe per assaggiare le tipicità dell’enogastronomia della Valnestore, preparati dai volontari delle associazioni locali.

Il folto gruppo è partito dall’Area Verde di Fontana alla volta del Castello di Gaiche attraverso Via Pietramonella. A Gaiche, località nota per aver dato i natali al Beato Leopoldo, i visitatori hanno potuto ammirare il patrimonio artistico conservato all’interno della Chiesa di San Lorenzo e dell’Oratorio di San Bernardino. A Castiglion Fosco, antico castello costruito tra la fine dell’XI sec. e l’inizio del XII, visita guidata alla Chiesa di Santa Croce, impreziosita da tele e da una statua lignea policroma della Madonna con Bambino. Quindi per i marciatori c’è stata la possibilità di salire sulla imponente torre cilindrica del XV secolo, simbolo stesso di Castiglion Fosco, da dove si può godere di una vista mozzafiato sulla valle. Ultima tappa di nuovo a Fontana dove i partecipanti si sono potuti rilassare intrattenuti dalla musica dei Life in Venus.

“La Mangiabevilonga è tra le iniziative di punta di questa Amministrazione – ha dichiarato il sindaco Roberto Ferricelli – che si inserisce in un calendario di grandi eventi. Teniamo molto alle perle del nostro territorio – ha aggiunto – e questa iniziativa dà modo meglio di altre di apprezzarle pienamente, sperimentandone sensazioni, colori e profumi. Il nostro grazie va anche alle associazioni, elemento di vivacità turistica e sociale”.

“Cerchiamo di promuovere buone pratiche quotidiane, a partire dallo sport e dai benefici che la natura ci regala – ha avuto modo di commentare a margine della Mangiabevilonga l’assessore alla cultura e turismo Simona Meloni -, oltre che promuovere tutte le nostre bellezze, anche quelle più nascoste e meno conosciute”.

La “Mangiabevilonga” è una manifestazione a cura dell’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Piegaro in collaborazione con l’associazione culturale Il Borgo, l’Associazione L’olivo e la Ginestra e altre associazioni locali. Partecipano anche Tavernelle Cammina e l’Anello del Fiume d’Oro.