Home eventi Mastrini porta nella “sua” Piegaro il Green Music Il festival Green Music...

Mastrini porta nella “sua” Piegaro il Green Music Il festival Green Music sarà scandito da nove appuntamenti dal 7 al 27 agosto.

Condividi

Non sipari, non fondali di teatri con immagini storiche, non confortevoli camerini ad accogliere gli artisti, bensì teatri segreti naturali nascosti, belli come nessuno se lo aspetta. Questo è il concept per la prima edizione del Festival Internazionale Green Music, manifestazione che coniuga bellezze paesaggistiche, natura e musica.

Nove appuntamenti dislocati in tutto il territorio del comune di Piegaro in cui nemmeno l’elettronica e le strumentazioni digitali avranno “vita facile” perché tutto sarà basato sull’essenziale. Protagonisti solo gli strumenti che, in gran parte costruiti con il legno, sapranno esprimere magiche sensazioni a tutto tondo assieme alle vibrazioni delle corde vocali  dei cantanti. In rarissimi casi saranno utilizzate strumentazioni di amplificazione.

Il “Green Music” è stato presentato questa mattina in conferenza stampa dal vicesindaco di Piegaro Simona Meloni e dal direttore artistico del Festival Maurizio Mastrini che attraverso questa manifestazione torna a suonare nella sua terra d’origine.

“Questo per Piegaro è l’anno delle prime edizioni – ha dichiarato Meloni -. Dopo il Festival del vetro e il Giro del lago di Pietrafitta, affrontiamo un’altra coraggiosa sfida, quella cioè di riscoprire attraverso la musica angoli segreti e nascosti incastonati nella nostra bella vallata. E’ importante – ha proseguito il vicesindaco – costruire esperienze evocative e sensoriali affinché i visitatori possano stabilire dei legami affettivi con il territorio”.

Anche Mastrini si è detto entusiasta di partire per una nuova avventura, tra l’altro nei luoghi in cui è cresciuto.

Il Green Music, palcoscenico per affermati e nuovi talenti, si caratterizza per la ricerca sulla bellezza musicale, ma anche paesaggistica, per eventi multisensoriali di rara intensità emozionale.

Il  festival verterà su musica classica, musica jazz e la nuova musica classica contemporanea, di cui il Maestro Mastrini è uno dei maggiori rappresentati a livello internazionale, che per questa  nuova scommessa ha voluto con sè giovani talenti e affermati professionisti,  solisti e  gruppi strumentali di livello internazionale.

Il festival Green Music sarà scandito da nove  appuntamenti dal 7 al 27 agosto.  Ad inaugurare la prima edizione sarà il “Nemesta trio”  con la partecipazione di uno dei più autorevoli clarinettisti d’Europa, il M° Guido Arbonelli nel nobile scenario di Parco Rocolo a Piegaro.

Tra gli altri esecutori invitati ad esibirsi: il giovane talento chitarristico Italiano Nicola Pedini, che suonerà nella chiesetta di campagna di Gaiche, mentre tra gli olivi secolari della tenuta “Il Vecchio Piantone” si esibirà l’eclettica arpista Clara Gizzi assieme al maestro Stefano Cutulli. Poi a seguire una coltivazione di girasoli, dell’antico Mulino, accoglierà la violinista Debora Marinelli  assieme alla giovane arpista Rachele Spingola. Non solo musica classica. La pagina jazz sarà rappresentata dal quartetto Blueskies Quartet  e dalla Marching Band Lacus Iste Dixie Band, quest’ultima collocata, nella sua esibizione, nelle sponde del Lago di Pietrafitta in un concerto itinerante visto la natura musicale.

Da segnalare poi l’originale gruppo vocale Odicon Vocal Quartet con Maria Grazia Pittavini soprano, Alessandra Ongarello contralto, Francesco Marcacci tenore e Alessandro Avona basso con Lucia Sorci al Pianoforte per poi arrivare alla proposta singolare del Concerto a Balcone con il duo Darclee, M° Paolo Scibilia al pianoforte, Antonia Emanuela Palazzo soprano e la partecipazione del tenore Carlo Montanari con  repertorio le arie e le serenate Napoletane. Questo concerto è presentato in collaborazione con il prestigioso festival di Sorrento “Sorrento Classica”. Entrambe le esibizioni avverranno presso l’antico borgo di Greppolischieto.

Di particolare rilievo emozionale sarà il concerto del M° Maurizio Mastrini nel suo paese d’origine Piegaro dove ha trascorso la sua giovinezza e dove tornerà a suonare, a distanza di 30 anni dall’ultimo concerto tenuto proprio il 13 agosto del 1987. E proprio per questa occasione presenterà il suo ultimo lavoro discografico W LA VITA.