Home Rubriche Museo Paleontologico. I sindaci di Piegaro e Panicale: “Siamo in dirittura d’arrivo”

Museo Paleontologico. I sindaci di Piegaro e Panicale: “Siamo in dirittura d’arrivo”

Condividi

(Cittadino e Provincia) E’ alle battute finali il percorso ideato dai sindaci di Piegaro e Panicale, Roberto Ferricelli e Giulio Cherubini, per il trasferimento della proprietà del Museo Paleontologico “Luigi Boldrini” dalla partecipata “Valnestore Sviluppo srl” al Ministero per i Beni e le Attività Culturali tramite il “Polo museale umbro”, e il suo rilancio pertanto come museo di proprietà dello Stato. Lo riferiscono in una nota le due Amministrazioni comunali.

Il complesso iter, ricostruiscono i due primi cittadini, è iniziato nel 2016 e ha visto molteplici interlocuzioni con la struttura politica e tecnica del Ministero in questi due anni. “Sono stati affrontati numerosi ostacoli – si legge nella nota -, ma si è riusciti a garantire, anche in questa fase così delicata, grazie anche alla collaborazione della Soprintendenza dell’Umbria, la sicurezza e la salvaguardia dei reperti. Abbiamo progetti concreti anche per la gestione e valorizzazione dell’immobile stesso, per i quali si deve prima assicurare il passaggio al Polo. E’ infatti attualmente in corso di definizione l’accordo con i creditori per chiudere definitivamente la situazione debitoria, in prima battuta, del sito di Valnestore Sviluppo srl, sul quale si trova il Museo, primo passo del percorso costruito per far uscire indenne la società dalla liquidazione, farla tornare alla normale gestione amministrativa e rilanciare sui nuovi progetti per il comparto”.

“Siamo ai passi finali dell’iter – dichiarano i due sindaci – che porterà il Paleontologico di Pietrafitta all’inizio di una nuova vita come museo di rilevanza nazionale, e confidiamo nella volontà di chi oggi si trova a governare di consentire la chiusura del percorso. In effetti il Ministero non deve fare alcun nuovo atto, solo confermare quello con cui si è da tempo decretato l’impegno d’acquisto, consentendo di definire l’opportunità che abbiamo con estrema fatica creato assieme agli uffici periferici e centrali del Ministero stesso, adesso che siamo quasi al traguardo. Notiamo con piacere che, ricadendo la questione nelle competenze del nuovo Sottosegretario di Stato, senatrice Lucia Borgonzoni, c’è da parte sua un interessamento alla vicenda e chiediamo quindi al nuovo Governo di agire in continuità supportando l’operato delle Amministrazioni comunali per chiudere questo difficile e complesso percorso”.

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here