Home Arte e cultura Musica, suoni di rara bellezza con il pianista Giulio De Padova Il...

Musica, suoni di rara bellezza con il pianista Giulio De Padova Il Concerto dell’artista marchigiano apre domenica a Città della Pieve il 13° Concorso internazionale “Lia Tortora”

Condividi

Tra i pianisti più interessanti della sua generazione, dotato di un suono di rara bellezza. Sarà Giulio De Padova domenica 15 ottobre, alle ore 17.30, al teatro Accademia degli Avvaloranti di Città della Pieve, ad eseguire il concerto di apertura del 13° Concorso pianistico internazionale “Lia Tortora”.

Classe 1986, di Civitanova Marche, De Padova è risultato vincitore della scorsa edizione dello stesso Concorso oltre che di altri prestigiosi concorsi pianistici come il Concorso Internazionale Delia Steinberg di Madrid, dove nessun italiano aveva mai vinto prima in trentasei edizioni.

Vanta un repertorio molto ampio. A Città della Pieve De Padova aprirà il concerto con il Preludio in SI min. dal Clavicembalo Ben Temperato di J. S. Bach trascritto da A. Siloti e proseguirà, sempre con Bach, con una trascrizione di F. Busoni della Ciaccona, dalla Partita n. 2. Il concerto si chiuderà con i sei Momenti Musicali op. 16 di S. Rachmaninov, autore con la cui interpretazione De Padova si è guadagnato lo «Special Price» al Golden Award of Music di New York, classificandosi primo assoluto.