Home Economia e lavoro Paciano – Turismo, si punta su reti e alleanze per contrastare l’”effetto...

Paciano – Turismo, si punta su reti e alleanze per contrastare l’”effetto terremoto” Illustrate le strategie per il 2017. I progetti con gli altri comuni collinari e parte il biglietto unico

Condividi

Paciano – Alleanze e reti per un 2017 ancora una volta con il segno più. Dopo un brillante 2015 in cui si è registrato un aumento di arrivi del 20% e dopo un 2016 con un più 8% sull’anno precedente, Paciano vuole impedire che l’effetto terremoto inverta la rotta e possa provocare danni indiretti anche su questo lembo di territorio al confine tra Umbria e Toscana.

“C’è un forte impegno sul fronte della comunicazione – ha dichiarato il sindaco Riccardo Bardelli nel corso di un’assembla pubblica dedicata ai progetti per il turismo a Paciano – e la recente notizia che ha fatto il giro del mondo che la pop star Ed Sheeran ha acquistato una casa proprio qui da noi gioca senz’altro a nostro favore”. Ma da parte dell’Amministrazione comunale c’è la consapevolezza che solo progetti strutturati e integrati con gli altri comuni collinari (Città della Pieve, Panicale e Piegaro) possano davvero garantire al piccolo borgo umbro un costante e crescente flusso di turisti.

Sono tre, secondo quanto riferito dalla vicesindaco Cinzia Marchesini, gli ambiti su cui si sta operando per la promozione turistica. Il Puc 3 sul marketing territoriale da cui deriveranno risorse per mettere in piedi servizi informativi interattivi, per il miglioramento dell’arredo urbano e per il restyling del sito internet del Comune.

Altri fondi sono legati al progetto sovracomunale “I sentieri del Perugino”, che interessa l’area sud-ovest del Lago Trasimeno e che prevede la valorizzazione di percorsi legati da una rete di “strade” secondarie, a basso impatto ambientale, che permetteranno di apprezzare al meglio i valori storici, culturali, ambientali e naturalistici che questi piccoli centri e i loro dintorni offrono.

Ma la scommessa vera e propria per Paciano è quella legata all’affidamento dei servizi di informazione turistica e culturale a Sistema Museo. Per i prossimi tre anni la gestione di una decina di spazi museali e di quattro uffici di informazione turistica nei comuni di Città della Pieve, Panicale, Piegaro e appunto Paciano sarà gestita in maniera omogenea e integrata da parte dell’Rti “Sistema Museo e Igei Viaggi”. Vantaggi e obiettivi di questa operazione, come ricordato anche nel corso dell’assemblea pubblica da Stefano Grilli di Sistema Museo, sono la creazione di una nuova offerta turistica comprensiva di pacchetti integrati per l’incoming di tutto il territorio della rete, l’attuazione di attività e laboratori didattici, eventi di animazione culturale e interazione diretta con le associazioni e gli operatori economici locali, il coordinamento con le associazioni per pacchetti turistici legati agli eventi.

“La nostra idea – ha spiegato Grilli – è creare un’immagine coordinata di questo territorio compreso tra quattro comuni”. E vanno in tale direzione un catalogo anche cartaceo, appena realizzato, che raccoglie tutti i prodotti e servizi in essere e, iniziativa di assoluta novità, il biglietto unico che prevede l’accesso a tutte le realtà museali dei quattro comuni. “Si sta chiudendo il cerchio – ha annunciato Grilli – e si conta di lanciarlo a breve”.

(Cittadino e Provincia)