Home ambiente Panicale. Illuminazione pubblica, verso la conversione a led di tutti i punti...

Panicale. Illuminazione pubblica, verso la conversione a led di tutti i punti luce Anteprima in Piazzale Amendola dove si è già intervenuti presso l’area giochi e il parcheggio.

Condividi

(Cittadino e Provincia)  L’illuminazione pubblica del comune di Panicale sta per essere totalmente riconvertita.

E’ in corso di aggiudicazione, secondo quanto rende noto l’assessore comunale ai lavori pubblici Marco Meloni, la gara per la gestione e la sostituzione dei circa duemila punti luce attuali con nuove lampade a led sull’intero territorio comunale.

Un’operazione anticipata nel frattempo dall’intervento effettuato in Piazzale Amendola a Tavernelle, dove lampioni a led sono già stati collocati per illuminare l’area giochi e le zone del parcheggio circostanti. Un’opera che si è resa necessaria in quanto la zona viene utilizzata dalle associazioni per lo svolgimento delle manifestazioni estive.

“Il collocamento dei nuovi punti luce – spiega Meloni – ha consentito di prevedere anche gli attacchi elettrici per l’illuminazione di sicurezza che viene installata durante eventi e concerti. L’illuminazione della zona – aggiunge – era stata richiesta dagli abitanti che lamentavano una scarsa presenza di luce nelle ore notturne, fattore questo che contribuisce ad aumentare la percezione di insicurezza e rende più agevoli comportanti scorretti ai danni delle strutture pubbliche”.

Tornando alla gara per la totale sostituzione dell’illuminazione pubblica, è stata scelta la formula del project financing, sistema che impegna il proponente ad effettuare a proprie spese l’investimento senza aggravio per i costi che il Comune annualmente sostiene. “L’investimento del privato – informa Meloni – che ammonta a circa un milione di euro, tra messa a norma e sostituzione, verrà ammortizzato in 15 anni, durante i quali il gestore dovrà garantire il perfetto funzionamento dell’impianto. Tra le condizioni migliorative che verranno eventualmente premiate nel progetto – conclude l’assessore – l’Amministrazione comunale ha inserito anche la messa in sicurezza dei guadi sul Nestore verso Macereto e verso le Grondici tramite un sistema di rilevazione di allagamento che comanderà un semaforo e una sbarra”.