Home Economia e lavoro Panicarola. “Stella del Lago”. A rischio il lavoro di una Cooperativa che...

Panicarola. “Stella del Lago”. A rischio il lavoro di una Cooperativa che da’ lavoro a 20 famiglie A colloquio con il presidente ed i soci della cooperativa

Condividi

Una storia di 70 anni di lavoro sul lago, con 20 soci ed una della maggiori realtà produttive del Trasimeno sud. Il blocco ormai pluriennale delle manutenzioni delle sponde del lago, sta creando seri problemi alla cooperativa “Stella del Lago” di Panicarola. Diversi anni fa (anni ’90) era stato progettato un intervento risolutivo a protezione delle barche e del loro lavoro di scarico, ma fu realizzato solo parzialmente. Ora negli ultimi tempi la situazione si è fatta drammatica, l’interramento costringe i pescatori a scaricare il pesce fuori della darsena e portarlo a riva a mano.

Ne abbiamo parlato con il Presidente della Cooperativa,  Ivo Bianconi che ci ha fatto un quadro piuttosto preoccupante delle difficoltà e della sordità che è stata riscontrata da parte delle autorità competenti. Anche di recente sarebbero state stanziate importanti risorse per il dragaggio delle sponde, ma solo per la zona nord del Lago. “Il Comune si dichiara impotente, la Provincia si dice senza soldi, in Regione, grazie anche ad una mozione del consigliere Leonelli il problema è stato discusso ma senza arrivare ad una soluzione”

Abbiamo cercato di capire meglio cosa servirebbe. “ Servirebbe un intervento urgente per permettere la piena fruibilità della darsena tramite il dragaggio o altri interventi e il completamento dell’intervento strutturale di cui è stata realizzata soltanto una parte di canale, ne servirebbero altri 40/50 metri.”

Nel corso della chiacchierata mentre i pescatori carreggiavano casse di latterino appena pescato, sono venuti fuori anche altri problemi di contesto e di cornice soprattutto di carattere politico e d istituzionale. “Anche alle categorie produttive servirebbe un interlocutore istituzionale, un responsabile della competenza più vicino. Regione e Provincia sono lontani, servirebbe che all’Unione dei Comuni siano date competenze, fondi e personale certi. Così come servirebbe che sulle scelte e sui problemi del lago e della pesca, siano coinvolti tutti gli operatori e tutte realtà produttive”.

La cooperativa “Stella del Lago” pur aderendo alla Coldiretti, pare che trovi difficoltà a rapportarsi e ad essere coinvolta nei momenti di partecipazione e di decisione che gli organismi preposti attivano. Eppure in un momento di crisi come questo il mantenimento di questi presidi di lavoro diventa un fattore decisivo non solo per l’occupazione, per il reddito di intere famiglie, per future occasioni occupazionali. Si tratta anche di opportunità o di integrazione con il turismo e più in generale fattori importanti  per la tutela della storia e della identità dei nostri luoghi.

Ci siamo salutati, in una mattina ventosa e piovigginosa, dandoci appuntamento a tempi migliori. Prendendo l’impegno di parlare di questi problemi nel nostro giornale e di continuare a seguire il lavoro dei pescatori di Panicarola. Sperando di poter scrivere, presto, qualche buona notizia. (g.f)