Home Calcio Promozione. Il “pazzo” Girone A che continua a stupire. Il punto sul...

Promozione. Il “pazzo” Girone A che continua a stupire. Il punto sul campionato

Condividi

Anche la terza giornata del girone di ritorno di questo “pazzo” e fantastico Girone A del Campionato Umbro di Promozione è passata agli archivi e, come al solito, non sono mancate le sorprese. Infatti la corsa in testa che fino a poche giornate fa vedeva la Pontevecchio come capolista solitaria, da domenica non è piu’ così. Il Casa del Diavolo infatti ,approfittando del secondo pareggio consecutivo della ex capolista solitaria ,l’aggancia in vetta, riaprendo clamorosamente la strada alla promozione diretta in Eccellenza.

Detto questo, continua a stupire la neopromossa Corciano, che vincendo a Montone si conferma meritatamente al terzo posto della classifica, a “soli” cinque punti dalla vetta, in un campionato avvincente dove tutte le domeniche le sorprese sono immancabili, infatti basta gettare uno sguardo alla classifica, per accertarsi di quanto sopra scritto, con ben otto squadre racchiuse in sei punti (dai 32 del Corciano ai 26 del MDL SSecondo),che sono ancora in lotta per l’accesso ai play-off. Mentre al contrario sono cinque le squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere in prima categoria, che va dal Piccione quintultimo al Tuoro ultimo.

In questo turno, è stato determinante il fattore campo, con ben cinque vittorie casalinghe e con la miseria di una sola vittoria esterna e di due pareggi.

Sempre sugli scudi gli attacchi, infatti sono state ben 23 le reti segnate, e agli onori della cronaca si sono segnalati “bomber”,Gibbs che con la sua doppietta ha fermato la capolista Pontevecchio e Mancini che con le sue reti all’80°,e al 94° ha ribaltato il Tuoro e portato la sua squadra (CasadelDiavolo) in testa alla classifica,

Guardando ora alla prossima giornata, spiccano le seguenti partite: Corciano-Pontevecchio e Tavernelle-Gualdo, con il Casa del Diavolo che va a Pila. Continuerà l’equlibrio? O qualcuno spiccherà il volo?…

Alvaro Bittarello