Home Associazionismo e Volontariato Prove di gemellaggio tra il Csa di Città della Pieve e quello...

Prove di gemellaggio tra il Csa di Città della Pieve e quello di Amatrice “L’Ombra del nocciolo” in trasferta nella città terremotata. Presidente Binaretti: “E' stata una giornata emozionante e proficua”

Condividi

Prove di gemellaggio tra il Centro Sociale “L’Ombra del Nocciolo” di Città della Pieve e il Centro sociale anziani di Amatrice.

E’ stata una giornata densa di emozioni e vissuta all’insegna della condivisione quella di domenica scorsa per i membri del Centro sociale pievese in visita alla martoriata comunità di Amatrice. A rendere possibile l’incontro tra i due Csa i contatti presi dalla presidente de “L’ombra del nocciolo” Marcella Binaretti con il vicepresidente dell’associazione laziale. Purtroppo infatti tra le vittime del devastante sisma della scorsa estate vanno annoverati anche il presidente dello stesso Centro e i suoi familiari.

L’incontro di domenica scorsa ha avuto luogo al Ristorante Roma dove i due centri si sono scambiate esperienze e messo a confronto iniziative. La presidente Binaretti ha inoltre colto l’occasione per lanciare la proposta di un futuro gemellaggio. Idea accolta con entusiasmo dagli amatriciani e dall’assessore ai servizi sociali Patrizia Catenacci, presente al convivio.

“Siamo ripartiti da Amatrice con una grande tristezza nel cuore – riferisce Binaretti – ma con la promessa di tornare, magari quando il Csa potrà avere di nuovo una propria sede. Progetto a cui l’Amministrazione comunale di Amatrice sta lavorando con impegno”.