Home ambiente Rometti “Conoscere il futuro della cava di Cerreto a Panicale” Interrogazione del...

Rometti “Conoscere il futuro della cava di Cerreto a Panicale” Interrogazione del consigliere di SER in consiglio regionale

Condividi

(Acs) “Conoscere le intenzioni sul futuro della Cava di Cerreto, nel comune di Panicale, considerando il contesto ambientale e paesaggistico di pregio in cui è inserita ed i vincoli di vario genere a cui è sottoposto quel territorio”. È quanto chiede il consigliere regionale Silvano Rometti (SeR) annunciando la presentazione di una interrogazione all’Esecutivo di Palazzo Donini.

Nell’atto Rometti ricorda che “nella Cava di Cerreto nel corso del tempo si è svolta un’attività di escavazione sulla base di permessi di estrazione che si sono via via succeduti, l’ultimo dei quali scaduto a maggio 2012. Questi lavori di estrazione hanno lasciato una situazione di degrado, sia all’interno che all’esterno della cava, che richiede un ripristino ambientale del sito ed un migliore inserimento nel contesto paesaggistico.

Inoltre, dopo l’esodo rurale degli anni 70 e 80 del secolo scorso, nella zona attinente al Monte Solare si è ricostruito un sistema sociale ed economico basato sull’agriturismo e sulla rivitalizzazione di strutture e casolari abbandonati che ha determinato un forte beneficio, sia diretto che indiretto, per la comunità locale. E tutto questo potrebbe assumere sempre maggiori dimensioni per l’economia del territorio”.

“La cava – prosegue Rometti – si trova nell’area del Monte Solare che, nel corso degli anni, è stato interessato da numerose richieste di tutela: una delibera di Giunta del 1992 dispone la necessità di pervenire con urgenza alla tutela della località in quanto interessata dalla diffusa presenza di insediamenti della tarda età del bronzo; dal 1923 è sottoposto a vincolo idrogeologico. Dal 1994 il Monte Solare è interessato da un ampio quadro vincolistico: zone varie alture meridionali del Trasimeno; aree di interesse pubblico; aree archeologiche definite; tutela boschiva; zone di interesse archeologico tutelate; aree archeologiche con vincolo indiretto; aree boscate; complessi di cose immobili e bellezze panoramiche”.