Home Uncategorized San Feliciano. Al Museo della Pesca approdano foto e versi di “Donna...

San Feliciano. Al Museo della Pesca approdano foto e versi di “Donna vede Donna” Domenica 10 novembre inaugurazione della mostra collettiva itinerante sulla centralità femminile

Condividi

 

Descrivere, con foto e versi, le varie sfaccettature femminili e mettere in risalto la dolcezza, la bellezza e la centralità sociale delle donne. Questo l’obiettivo della mostra itinerante collettiva fotografica, corredata da versi, Donna vede Donna, che rimarrà allestita dal 10 novembre al 29 dicembre 2019 presso il Museo della Pesca e del Lago Trasimeno di San Feliciano di Magione.

L’inaugurazione è fissata per domenica 10 novembre alle ore 16,30 alla presenza delle Autorità Istituzionali e Associative, tra cui la direttrice del GAL Francesca Caproni e l’assessore alla Cultura del Comune di Magione, Vanni Ruggeri.

L’evento è coordinato da Marco Pareti e Stefano Fasi con la collaborazione di Marina Sereda e Graziella Mallamaci, all’interno dei progetti Trasimeno in Dialogo e Ars Cultura.

Donna vede Donna, di respiro internazionale, nasce da una idea di Pareti e Sereda e ha come sfondi distintivi il suggestivo Lago Trasimeno e la bellissima Umbria, con qualche sporadica immagine ripresa fuori regione.

Le finalità progettuali sono quelle di descrivere, con foto e versi, le varie sfaccettature femminili e di mettere in risalto la dolcezza, la bellezza e la centralità sociale delle donne, aborrendo da ogni forma di violenza. Gli elaborati sono stati creati e assemblati per la realizzazione di una mostra itinerante al femminile rivolta a tutti, adulti e bambini, soprattutto pensata per sensibilizzare i giovani, attraverso un messaggio positivo e gioioso, sull’importanza e la rilevanza della donna nella vita quotidiana e nei suoi molteplici ruoli.

La collettiva Donna vede Donna non vuole essere un’esposizione competitiva di bravura tecnica e artistica delle fotografe e delle autrici, ma desidera sottolineare la femminilità da più e con più punti di vista, secondo la personale origine ed estrazione culturale e sociale.

L’allestimento al Museo di San Feliciano si avvale del supporto del GAL Trasimeno-Orvietano e al patrocinio del Comune di Magione con la collaborazione della ProLoco di San Feliciano, del Museo della Pesca e del Lago Trasimeno, di Sistema Museo, della Cooperativa Pescatori del Trasimeno, di Trasimeno in Dialogo e Ars Cultura.