Home Rubriche San Feliciano. Al Museo della pesca i disegni del fumetto “21 giorni...

San Feliciano. Al Museo della pesca i disegni del fumetto “21 giorni alla fine del mondo” Diventa una mostra il graphic novel sull’amicizia, sui segreti e il silenzio, sul diventare grandi

Condividi

San Feliciano fa da sfondo all’ultimo lavoro di una delle coppie più importanti e consolidate del fumetto italiano e internazionale per ragazzi. Al Museo della pesca di San Feliciano, Magione, si inaugura sabato 8 giugno alle ore 17, la mostra di disegni del nuovo graphic novel “21 giorni alla fine del mondo”, edizioni Il Castoro, con tavole, schizzi preparatori, storyboard e oggetti.
Scritto da una delle coppie più importanti e consolidate del fumetto italiano e internazionale per ragazzi, Silvia Vecchini e Sualzo (Antonio Vincenti), il fumentto narra le vicende che vede i due protagonisti, Lisa e Ale, diventare amici, perdersi e ritrovarsi in un luogo molto amato dai due autori, San Feliciano, piccolo borgo lacustre in cui vivono e lavorano.
Sarà possibile ammirare le belle tavole che narrano di amicizia ma anche di dolorose verità, quelle verità dell’adolescenza che spesso si ha paura a rivelare perché gli altri non potrebbero capire, e allora si fugge. Ma la vita riporta dove il filo si è spezzato. Ed è al lago che torna Ale per rincontrare Lisa. Le cose non sono più uguali ma l’amicizia gli sopravvive. Il filo si riallaccia. In 21 giorni si riveleranno i segreti? Un’occasione per scoprirlo è la bella mostra di con la guida speciale degli stessi autori. In occasione della presentazione esibizioni aperte a tutti dell’accademia di arti marziali di Perugia, e di Kung fu e Tai chi chuan sport praticati dai protagonisti del libro.

GLI AUTORI
Silvia Vecchini è autrice di albi illustrati e romanzi per ragazzi, poesie, rubriche per riviste e fumetti. Progetta percorsi per le scuole, incontra bambini e ragazzi in biblioteca e nelle librerie per letture e laboratori di scrittura.
Antonio Sualzo Vincenti è autore, illustratore e fumettista. Con L’improvvisatore ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura del Festi’BD di Moulins 2009 ed è stato tra i cinque finalisti del Premio Micheluzzi 2010.
Insieme hanno scritto La zona rossa (Il Castoro), che ha vinto il Premio Micheluzzi come Miglior Fumetto per ragazzi 2018 e che a breve sarà pubblicato negli Stati Uniti da Abrams, poi in Cile e Corea, e Fiato sospeso (Tunué), Premio Boscarato 2012 e Premio Orbil 2013.