Home istituzioni Una nuova guida di Castiglione curata da Luciano Festuccia

Una nuova guida di Castiglione curata da Luciano Festuccia

Condividi

 

Si svolgerà sabato 22 luglio alle ore 18 a Palazzo della Corgna la presentazione della nuova guida di Castiglione del Lago realizzata da Luciano Festuccia, per le Edizioni Duca della Corgna, dal titolo “Castiglione del Lago, cuore del Trasimeno, fra natura, arte e storia”.

«Ad un incomparabile scenario naturalistico – spiega l’autore – Castiglione aggiunge l’imponenza della Fortezza Medievale, appendice delle mura possenti che incorniciano il poggio, ma anche la raffinata eleganza di un Palazzo Rinascimentale, che anche qui testimonia l’epoca più bella dell’arte italiana. Questo il motivo del sottotitolo del libro “fra natura, arte e storia”: Castiglione del Lago, il cuore del Trasimeno, che rivela i suoi tesori a quanti desiderino conoscerli».

Il libro è organizzato in una serie di blocchi consecutivi, arricchiti da numerose illustrazioni e completati da riquadri fuori-testo, che rivelano dettagli interessanti e spesso chiarificatori. Come, ad esempio, nell’area etrusca, dove viene descritta come era – almeno secondo Plinio – la fantomatica, irreale e straordinaria tomba-mausoleo del re Porsenna, cercata per secoli nella parte occidentale del lago e naturalmente mai trovata. Più avanti il discorso si allarga su Federico II, mitico imperatore a cui molti danno la paternità della fortezza e del borgo fortificato, e vengono presentati particolari storici che evidenziano come questa possibilità non sia così peregrina. E poi le lunghe lotte armate per conquistare Castiglione, poiché il possesso della fortezza era una via maestra per arrivare a Perugia, con i vari Signori che si succedettero, Braccio da Montone, Gianpaolo Baglioni, fino ad arrivare ai Della Corgna, la famiglia che cambierà radicalmente tutta la storia futura di Castiglione del Lago. Vengono tratteggiale le vicende dei 5 marchesi che per quasi un secolo governarono questo piccolo stato, a cominciare dall’impareggiabile Ascanio, vincitore di Lepanto, che comunque fu quello che meno di tutti vi risiedette, occupato com’era a belligerare in tutta Europa. Quello che sicuramente ha lasciato il segno più grande, e le cui storie militari furono ottimamente raffigurate dal Circignani nel Palazzo della Corgna, successivamente elevato a Palazzo Ducale.

Spentosi il ducato, per un secolo e mezzo Castiglione divenne preda ambita dei vari affittuari del lago che vi si avvicendarono, spogliando il palazzo di tutto quanto era possibile e non curandosi della sua manutenzione. Qualcosa cominciò a cambiare soltanto dopo la rivoluzione francese con l’arrivo di famiglie importanti, ma il pericolo maggiore fu corso dopo l’annessione al Regno d’Italia quando, grazie all’on. Pompilij, il lago fu salvato da un prosciugamento che sembrava inevitabile.

Nei primi del ‘900 il paese entra nell’era moderna con una serie di cambiamenti che ne migliorarono il tessuto urbanistico e sociale, e lentamente assunse la fisionomia che ancora oggi lo caratterizza. Particolare attenzione è stata posta alla storia dell’aeroporto Eleuteri ed alle vicende della Seconda Guerra Mondiale che portarono la linea del fronte fin dentro il paese e in tutto il comune. Ampio risalto è stato dato al territorio, laddove si presentano elementi artistici, culturali e religiosi. Non poteva quindi mancare Santa Maria Maddalena, ma anche altri importanti personaggi come Franco Rasetti e Teodorico Moretti Costanzi.

La Fortezza Medievale ed il Palazzo della Corgna, veri gioielli del Lago, vengono ampiamente raccontati con abbondanti illustrazioni che ne esaltano il fascino e la descrittività: preziosa dote che fa convergere qui oltre 30.000 visitatori l’anno per godere di un Percorso Monumentale veramente unico, dove si fondono ottimamente natura, arte e storia. Nella Guida trova spazio anche il recentissimo “Acquario d’acqua dolce” come espressione del Parco del Trasimeno, ma anche le eccellenze sportive praticate dal Club Velico e dalla pista di Motocross di Gioiella. Non mancano i principali prodotti del territorio, olio, vino e la riscoperta fagiolina, per chiudere con i più importanti eventi fissi dell’anno e le fiere presenti nel territorio.

Per la prima volta, inoltre, viene pubblicata l’armatura indossata da Ascanio della Corgna alla Battaglia di Lepanto, conservata al Kunsthistorisches Museum di Vienna.

Il libro ha un formato 15×21 cm., con 128 pagine e oltre 150 illustrazioni per un prezzo di € 10.00. Si trova in vendita nelle librerie, al bookshop di Palazzo Corgna, presso la casa editrice in Via Roma a Castiglione del Lago, ma anche in Internet (Amazon, Ibs e Ebay). (AKR)

Condividi

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here