Home Rubriche Si festeggiano i 40 anni. Come mosse i primi passi lo sport...

Si festeggiano i 40 anni. Come mosse i primi passi lo sport a Moiano

Condividi

Un piccolo dossier sulla nascita e la crescita dello sport a Moiano, ricavato dal libro pubblicato nel 2007 dalla Libera Università di Città della Pieve e curato da Gianni Fanfano “Fanno scuola agli argentini” “Ottanta anni di calcio a Città della Pieve” è quello che vi proponiamo, in occasione della iniziativa di questo pomeriggio promossa dalla Polisportiva locale. 

Sono ricostruzioni realizzate in gran parte con fonti orali, ma c’è anche qualche documento. Quindi c’è qualche ripetizione e qualche discordanza, ma crediamo che comunque il tutto renda l’idea del cammino fatto dal calcio e dallo sport in generale nella frazione pievese. E ci sono tanti nomi di protagonisti che è sempre giusto ricordare ed omaggiate. (N.d.R) 

“C’è una foto che testimonia e conferma l’attività a livello calcistico a Moiano prima della costituzione ufficiale della società nel 1977 e la conseguente partecipazione al campionato di Terza categoria.

E’ una fotografia in cui si parla genericamente di “ anni sessanta” .

Ci sono come dirigenti Fernando Buono e Silvano Mercanti e poi c’è una formazione che comprende Tosti Franco, Baffoni Diego, Scarpelli Claudio, Tosti Lino, Mezzetti Sergio, Pattume Lino, Buffini Egisto, Papalini Giorgio, Baffoni Leonardo, Parbuono Sergio e Pattume Silvio.

Il sette agosto del 1977 invece la Nazione nelle pagine di cronaca locale annuncia che a Moiano è stata costituita l’Associazione calcio.

“ Nella più grande e popolata frazione di Città della Pieve, a Moiano, dopo una lunga, accurata ed intelligente preparazione si è costituita recentemente l’Associazione Calcio Moiano.

I colori sociali sono rossoblu.Iul primo consiglio di amministrazione vede presidente Arnaldo Mattucci, vice presidente Silvano Mercanti, segretario Billi Roberto, cassiere radicia Leonardo; consiglieri Parbuono Franco, Pattume Lino, Casubaldo Bruno, Tosti Lino, Papalini Giorgio, Capoccia Enzo, Brunetto Bruno, Coppetti Enio; magazzinieri Romano Baldi e Valeriano Conciarelli.”

Sempre di quel 1977 c’è una foto che poi è stata riprodotta in occasione del trentennale della società in cui è presente la rosa dei calciatori, alcuni dei quali prelevati dalle giovanili della Pievese, che copmprende i portieri Carobbio A. e Conciarelli V; i difensori Gallinella Massimo, Tosti A., Imbroglini Walfrido ( cap.), Parbuono Liciuano, Sorbino, Del Secco Achille, Zaganella, i centrfocampisti; Macchiaiolo M, Lucioli Marco, Fattorini E, Pagliaccia Fabio; gli attaccanti Parbuonoi Giancarlo, Pagliaccia Maurizio, Casubaldo Enzo, Baffoni.

Papalini Giorgio, Capoccia Enzo, Mondovecchio Fabio, Paolotti Mauro, Foscoli Sergio. 01.03.07

 La prima comparsa del pallone a Moiano fu quando andavamo a fare le partite alle Torri ( Beccati questo e Beccati quello), per il semplice motivo che c’era uno spiazzo dove si poteva giocare.

Le prime partite cominciammo a farle alla fine degli anni 50 fra Moiano, Casaltondo,Palazzolo, qunado si giocava nel campo della Fiera che era dove adesso c’è il reistorante di Brunetto.

Sopra al fosso dove c’era il cantiere del canale.

poi quando venne Don augusto fece il campo sulla strada che va a Caioncola prima del fosso della Tresa. Facevamo diverse partite anche con il Villastrada, perché lì c’era già il campo sportivo.

Nel 1965 comiunciano i tornei Uisp che continueranno fino al 1977.

Presidente provinciale dell’Uisp era Isidori e noi facevamo un campionato con Villa-strada, Pucciarelli, Pobandino. Erano tornei prevalentemente estivi.

Pattume Silvio e Pialto Franco erano i responsabili. Pilato faceva il dirigente allenatore.

I colori sociali del primo Moiano erano giallorossi perché si dice che Marchini mandò da Roma una muta di maglie che avevano i colori della Roma. Per anni quindi facciamo parte dell’organizzazione territorialre sdella Uisp.

Fino al 1977 quando fu fondata la Polisportiva Moiano.

Il campo sportivo nuovo fu fatto da Fosmeo Imbroglini nel periodo in cui era assessore ai lavori pubblici nella legislatura 1970/1975.

Fu fondata anche una società che faceva attività sportive fuori dal calcio e che si chiamava “il Mulino” La fusione fra il Mulino e la Polisportiva fu fatta nel 1983.

C’è stato un periodo in cui a Moianoi c’erano tre società.

I presidenti che si sono succeduti nella stopria del Moiano sono stati: Mattucci Arnaldo, poi per una decina di anni Marcanti, poi Capoccia Enzo, Papalini Giorgio, e Paolotti Mauro.

Imbroglini Valfrido 02.03.07

 Primo calcio organizzato a Moiano,con Don Augusto squadre arcobaleno a 9/10 anni vicino all’età delle scuole elementari 65/66/67.

Piccoli tornei Tornei estivi prevalentemente.

3/4 squadre con andata e ritorno.Andata e ritorno senza classifica

Nel vecchio campo che stava vicino all’attuale vivaio di Tosti, sopra scorre il fiume nella strada che andava alle Coste.Privo di spogliatoi in lamiera e senza docce.La doccia la faceva ognuno a casa sua.

Molto dipendeva dalla disponibilità di ragazzi per fare questo o quel campionato.

Le tre squadre giovanili esistenti erano:gli arcobaleno che andavano fino ad 11 anni,i giovanissimi fino a 14 anni, e gli juniores fino a 18 anni.

A Moiano ho giocato solo la categoria arcobaleno.Cioè i primi calci facevamo un allenamento a settimana e partita solitamente infrasettimanale.Poi quando Don Augusto si è staccato calcisticamente dalla realtà di Moiano ed è venuto a fare il dirigente qui alla Pieve,sono venuto a giocare alla Pieve con Don Augusto insieme ai migliori ragazzi di Moiano: Fattorini Enzo detto Ghino, Macchiaiolo Moreno,Pagliaccia Maurizio, Caponeri Silvano.

Dai giovanissimi in poi ho fatto tutti i campionati fino alla juniores con la Pievese.

L’attività a Moiano era stata promossa dai dirigenti della Casa del Popolo che allora erano Pilato Franco e Scarpelli Claudio.

Il calcio a Moiano.

La prima comparsa del pallone a Moiano avviene con le partite alle Torri ( Beccati questo e Beccati quello), dove c’era uno spiazzo adatto per giocare.

Si racconta che cominciarono a farle alla fine degli anni 50. Partite fra Moiano, Casaltondo, Palazzolo. Poi vennero gli anni del campo della Fiera, lungo la strada dove adesso c’è il Ristorante il Pozzetto.

C’era una specie di società anche se non ufficializzata e la figura di riferimento era Natalino Bassi, che faceva il costruttore edile.

Poi si cominciò a giocare facendo partite amichevoli, con il Lago di Chiusi, con il Vaiano, con il Villastrada, con Paciano.

 

 

Una formazione degli anni 60 della “Moiano calcio”.da sinistra in piedi Buono Fernando ( dirigente), Tosti Franco, Baffoni Diego, Scarpelli Claudio, Tosti Lino, Mezzetti Sergio, Mercanti Silvano ( dirigente).Seduti: Pattume Lino, Buffini Egisto, Papalini Giorgio, Baffoni Leonardo, Parbuono Sergio, Pattume Silvio.

Quando, negli anni sessanta   Don Augusto Panzanelli viene nominato parroco di Moiano viene allestito un campo sportivo sulla strada che va a Caioncola, prima del fosso della Tresa.

Sempre a Moiano nel 1965 cominciano i tornei della Uisp

I colori sociali del primo Moiano erano giallorossi perché si dice che Marchini mandò da Roma una muta di maglie che avevano i colori della Roma. Dopo poco cambiarono e divennero rossoblu.

La proposta fu di Lino Pattume, ricordato come persona seria e tranquilla, che benché fosse un tifoso dell’Inter, propose i colori della prima squadra di calcio fondata in Italia, cioè il Genoa, che aveva ed ha appunto una divisa rossoblu. Nel 1977 fu fondata la Associazione Sportiva Moiano, che partecipava ai campionati all’attività della F.I.G.C. nei campionati di 3° e 2° categoria.

 

L’articolo sulla Nazione che nel 1977 annuncia la costituzione dell’Associazione Calcio Moiano

 

Un campo sportivo nuovo fu fatto su iniziativa di Fosmeo Imbroglini allora assessore comunale, nella legislatura 1970/1975.

In quegli anni fu fondata anche una società che faceva attività sportive nei settori diversi dal calcio e che si chiamava “il Mulino”

Nel 1983. fu fatta la fusione fra il Mulino e la Polisportiva.

I presidenti che si sono succeduti nella storia della Moiano calcistica sono stati: Arnaldo Mattucci, Silvano Marcanti, Enzo Capoccia, Giorgio Papalini, e Mauro Paolotti.

Il Moiano disputa per la prima volta il campionato di Seconda Categoria nel 85/ 86 arrivando secondo e facendo gli spareggi con il Casacastalda, Palazzo di Assisi e Ferro di Cavallo.

Allenatore quell’anno era Stefanucci Nazareno ( Gippi.). Per diversi anni il Moiano è stato allenato da un’altra vecchia conoscenza del calcio pievese, Gianni Timitili.

In quegli anni portarono un notevole contributo alla squadra rossoblu, alcuni ragazzi ospiti della Comunità Terapeutica delle Selve che facevano parte della rosa.

Il risultato più importante ottenuto dal punto di vista sportivo dal Moiano è stato nella stagione 2002/2003. In quell’anno disputò infatti gli spareggi per la promozione in Prima Categoria. La partita finale con il Valdipierle giocata a Magioe terminò in parità 1 a 1, ma furono promossi gli avversari   per il migliore piazzamento in classifica.

Stesso risultato nel 2005/2006 con la disputa dei play off, ma in parità questa volta con il Ventinella vengono promossi gli altri ancora per il miglior piazzamento.

Nei ricordi dei protagonisti, che abbiamo incontrato c’ è un bel giudizio della prima squadra che ha disputato il campionato nel 77. In casa vinse tutte le partite. Ne pareggiò una soltanto

Una squadra con molti giocatori locali, di cui c’è una foto in bella vista nella sede della società e che riportiamo anche nel libro. La rosa di quell’anno comprendeva:

portieri: Carobbio, Conciarelli, Batocchi

difensori: Gallinella, Tosti, Imbroglini, Parbuono Luciano, Sorbino, Del Secco,Zaganella.

centrocampisti: Macchiaiolo, Lucioli, Fattorini, Pagliaccia.

attaccanti: Parbuono Giancarlo, Pagliaccia Maurizio, Casubaldo, Baffoni

Una squadra che è restata nei ricordi di molti è anche quella che vinse il campionato di terza con Calzoni allenatore, con Mencuccini e Brillo, con Gonnellini, Baffoni e Lorenzoni.

Altri calciatori di rilievo che negli anni hanno vestito la maglia rossoblu più volte citati sono:

Marchetti, Fabio Pagliaccia,Materazzi,Chirici.

 

Condividi

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here