Home Arte e cultura “I delitti del Bar La Ruota: il giro d’affari”, arriva alla Rocca...

“I delitti del Bar La Ruota: il giro d’affari”, arriva alla Rocca di Castiglione il film girato dai cittadini di Gioiella Questa sera alle 21 il lungometraggio liberamente ispirato alla serie “I delitti del BarLume”, grande successo di Sky

Condividi

Anche quest’anno Gioiella si è trasformata in un set cinematografico a cielo aperto. Un intero paese, dai più giovani ai più anziani, coinvolto nelle riprese di un nuovo episodio de “I delitti del Bar la Ruota”.

Il film, dopo la prima assoluta a Gioiella, verrà proposto al pubblico castiglionese questa sera alle ore 21, con ingresso gratuito, sperando in una nutrita partecipazione di pubblico, che suggellerebbe in maniera fantastica l’estate dei ragazzi di Gioiella. I ragazzi di Gioiella ringraziano della disponibilità l’Amministrazione comunale di Castiglione del Lago e Lagodarte Impresa Sociale che gestisce la magnifica Rocca Medievale.

«Tutto nasce durante i mesi invernali del look down – afferma Francesco Mariottini – uno degli ideatori della sceneggiatura: avevamo più tempo del solito e ci siamo gustati fino in fondo tutte le puntate della serie Tv “I delitti del Barlume” in onda su Sky. Ci è piaciuta talmente che è nata l’idea di replicarla. Così la scorsa estate Pineta è diventata Gioiella e il BarLume si è trasformato nel Bar La Ruota, il bar del nostro paese, mentre i nomi dei quattro vecchietti, i cosiddetti “bimbi del bar”, ci siamo permessi di copiarli: il nostro Samuele ha interpretato “Gino”, Francesco ha impersonato “Emo”, Matteo “Pilade” e Davide “Ampelio”».

«Alla fine della scorsa estate dopo due serate di proiezioni da “sold out” e ben 12 mila visualizzazioni su Youtube ci siamo strutturati e siamo cresciuti – spiega Matteo Antinoro, uno dei giovani attori –. Abbiamo stretto una collaborazione con la Tv locale chiancianese “NTI canale 271” ed in particolare con il regista Ermanno Betti e con Cinzia Basettoni che sono stati fondamentali per questa nuova avventura».

«Ci siamo ritrovati per girare la seconda puntata della serie, registrando con un caldo pazzesco anche 14 ore al giorno per una settimana – aggiunge Nadia Nicolamme, protagonista e segretaria alla produzione – ma nonostante le difficoltà, vedere questo gruppo di 25 ragazzi stringere una forte amicizia in nome di una bellissima avventura è stata una cosa meravigliosa».

Conclude Ermanno Betti, presidente di NTI, un vero professionista e con una lunga esperienza alle spalle tra cortometraggi e spot. «Il cinema è una cosa molto complessa, fatta di lunghe sedute di registrazione, di molti tempi morti e di un lungo lavoro di post-produzione, ma i ragazzi sono stati precisi e molto attenti: hanno imparato molti segreti di questa arte favolosa e, cosa straordinaria, è stata la loro capacità di coinvolgere tutta la popolazione di Gioiella e portando davanti alla macchina da presa anche i veri nonni del paese».

I giovani attori la prossima settimana hanno programmato una gita all’Isola d’Elba dove si stanno girando le nuove puntate de “I delitti del BarLume”: «Non vediamo l’ora di entrare in un vero set, dopo aver provato l’ebbrezza di essere stati noi davanti ad una cinepresa».

Ingresso gratuito senza prenotazione: green pass obbligatorio per i maggiori di 12 anni.