Home Politica Lega Nord. “Grande successo dell’incontro con Magdi Allam”a Passignano. Pubblico numeroso a...

Lega Nord. “Grande successo dell’incontro con Magdi Allam”a Passignano. Pubblico numeroso a sentire lo scrittore egiziano.

Condividi

(comunicato stampa). Grande successo per l’incontro “Rischio Islam e difesa dei valori dell’Occidente”. L’evento, organizzato dal gruppo consiliare Lega Nord Umbria, a Passignano sul Trasimeno, ha visto la partecipazione del noto giornalista Magdi Cristiano Allam, al quale il sindaco Ermanno Rossi ha donato un omaggio in apertura della serata. Tra i relatori, il senatore Lega Nord Stefano Candiani ed il consigliere regionale Valerio Mancini. Ha moderato l’incontro Luca Briziarelli, responsabile aree tematiche Lega Nord Umbria, il quale ha precisato che: “la libertà di espressione, sancita dall’Art 21, è un diritto inalienabile per l’essere umano ed è inammissibile che un uomo, come Magdi Allam, per il solo fatto di ribadire la pericolosità dell’islam, debba viaggiare sottoscorta”.

“E’ fondamentale – ha spiegato anche il giornalista egiziano – comprendere il prima possibile che o salviamo insieme l’unica civiltà al mondo che si fonda e legittima la sacralità della vita di tutti, la pari dignità tra uomo e donna, la libertà di scelta personale, oppure i nostri figli non potranno più continuare ad essere pienamente se stessi all’interno della nostra casa comune e finiranno per essere sottomessi ad una dittatura islamica che disconosce i valori inalienabili della vita, della dignità e della libertà. L’islam è incompatibile con l’Art. 8 della nostra Costituzione che sancisce che l’ordinamento giuridico della religione non deve essere in contrasto con le nostre leggi e che la religione deve aver stipulato un’ intesa con lo Stato. Queste condizioni non sono mai state soddisfatte dall’islam”

A supporto di questa tesi sono intervenuti anche gli esponenti leghisti Sen. Stefano Candiani il quale citando un passo dei “Promessi Sposi”, ha affermato che “Il buon senso esiste, ma se ne sta nascosto per paura del senso comune. I nostri valori, la nostra cultura, le nostre tradizioni, la nostra religione, non sono valori negoziabili per questo è fondamentale dire NO allo Ius Soli”. Il consigliere Valerio Mancini ha invece ricordato la battaglia Lega Nord contro l’apertura di centri culturali islamici di Marsciano ed Umbertide, per il quale ha fatto lo sciopero della fame e presentato un esposto alla Procura della Repubblica