Home Ambiente e Territorio Lega Nord Umbria “Dalla Regione nessuna garanzia per il futuro del Trasimeno”...

Lega Nord Umbria “Dalla Regione nessuna garanzia per il futuro del Trasimeno” Mancini e Briziarelli " Comuni e operatori abbandonati a se stessi"

Condividi

(Comunicato stampa)”La Regione non ha soldi, quindi ognuno per sé e Dio per tutti. Questa potrebbe essere la sintesi dell’intervento dell’Assessore Cecchini al termine del convegno ” Trasimeno quale futuro” organizzato a  Castiglione da Regione, Provincia e  Comuni.

Chi si aspettava che la Regione si prendesse degli impegni concreti è rimasto deluso, a cominciare dai Sindaci. Il convegno è stato l’ennesimo incontro inconcludente, dopo quello a Solomeo voluto da Brunello Cucinelli, la passerella ad Isola Maggiore per la partenza dell’Unione dei comuni, l’incontro a Città della Pieve a dicembre 2016 e gli stati generali dell’Unione di pochi mesi fa, si seguita a parlare senza risolvere i problemi reali.

Il quadro emerso da chi vive il territorio è drammatico e per capirlo non serve l’ennesimo gruppo di studio come ipotizzato dalla Cecchini. Come Lega vorremo che il futuro di un’intera comunità non rimanga ancora una volta in balia degli eventi.. atmosferici.

Nessuno pretende miracoli, ma ci sono interventi, anche a costo zero, che attendono da anni di essere compiuti, come le modifiche normative necessarie ad autorizzare i dragaggi, sospesi nel lontano 2006 per i dubbi sulla gestione dei fanghi, con un danno incalcolabile in termini di internamento del bacino. Per questo chiederemo che a livello Regionale e Nazionale siano individuati strumenti legislativi e risorse economiche che permettano di assicurare una soluzione, non solo emergenziale, ai problemi del Trasimeno