Home Rubriche Panicale. Mongiovino, una giornata di camminate e convegni per salvare lo storico...

Panicale. Mongiovino, una giornata di camminate e convegni per salvare lo storico Santuario Il territorio si mobilita a favore della ristrutturazione e consolidamento del complesso. Appuntamento sabato 13 aprile

Condividi

Una giornata dedicata a riscoprire i sentieri del territorio, recentemente mappati, e a ripercorrere le tappe storiche degli antichi pellegrinaggi dei fedeli che si recavano a Mongiovino, per proseguire verso altri importanti luoghi di culto. Sabato 13 aprile il Santuario mariano, che ospita al suo interno la più importante decorazione ad affresco del secondo Cinquecento in Umbria, ospiterà una serie di eventi per riportare l’attenzione sul complesso monumentale che necessita di interventi di recupero.

L’appuntamento è alle 8,45 nell’area verde adiacente al Santuario, dove inizierà un percorso di trekking ad anello, di circa 10 chilometri, che si inserisce nel più ampio progetto di trekking escursionistico “I Sentieri del Perugino nelle Terre del Marchese”, curato dalle Associazioni Tavernelle Cammina, L’Olivo e la Ginestra, L’Anello del Fiume d’Oro, Il Gruppo Ecologista “Il Riccio”.

Nel pomeriggio, alle 15,30, gli alunni della scuola primaria “Apprendisti Ciceroni per un giorno”, guideranno i visitatori all’interno del Santuario, per scoprirne l’inestimabile valore artistico. Il Santuario è stato infatti di recente inserito nei Luoghi del Cuore del FAI, grazie alla mobilitazione del territorio e alla collaborazione con il Fondo Ambiente Italiano, in particolar modo con la Delegazione del Trasimeno.

La giornata prosegue alle 16 con il convegno “Il Santuario di Mongiovino: Storie di Santi, Uomini e Luoghi” che, dopo i saluti di Don Alessandro Segantin, Parroco di Panicale e Priore della Confraternita di Mongiovino, e del Sindaco di Panicale, prevede la partecipazione di Paolo Caucci Von Saucken, Presidente del Centro Italiano di Studi Compostellani, Ivana Bricca, Vecepresidente dell’Associazione Via Romea Germanica, Louis Montagnoli, in rappresentanza delle Associazioni per “I Sentieri del Perugino nelle terre del Marchese”, Luca Marchegiani, Capo delegazione FAI del Lago Trasimeno, Silvia Sarchioni e Santino Bordini, dell’Associazione culturale Mongiovino – Valnestore e Confraternita del SS. Sacramento e della Buona Morte in Mongiovino e il vicepresidente della Regione Umbria. A coordinare gli interventi, Doretta Canosci, Vicepresidente Italia Nostra Perugia.

Il convegno comincerà ripercorrendo le principali vie di pellegrinaggio presenti in Umbria, a partire dall’antichità fino al moderno escursionismo, che oggi vede rifiorire, in nuova veste, una antica modalità di viaggio: il camminare. Gli interventi del FAI e di Italia Nostra, riporteranno luce sul valore storico-artistico e turistico del Santuario. La conclusione del Convegno è lasciata alla Regione dell’Umbria.

L’Associazione Culturale Mongiovino – Valnestore e le Confraternite in Mongiovino, promotori della manifestazione, porranno l’attenzione sul complesso monumentale adiacente il Santuario che versa in pessime condizioni e necessita di una doverosa risistemazione, proponendo al pubblico e alle autorità un progetto di restauro e riqualificazione dello stesso, solo in minima parte attuato.

La manifestazione è stata realizzata in collaborazione con: Regione dell’Umbria, Comune di Panicale, ANCI Umbria, Italia Nostra Delegazione di Perugia, FAI Delegazione del Lago Trasimeno, Associazioni che hanno curato il progetto “I Sentieri del Perugino nelle Terre del Marchese”. Per informazioni sul trekking e per prenotare il pranzo, organizzato dai volontari delle Confraternite in Mongiovino, tel. 347.1715155. Per informazioni Associazione Culturale Mongiovino – Valnestore 391.4690402 oppure inviare una mail ad associazione.mongiovino@gmail.com