Home Ambiente e Territorio La “Quercia delle Checche” è Monumento!

La “Quercia delle Checche” è Monumento!

Condividi

Attraversando la Valdorcia obbligatoriamente si resta rapiti dalla bellezza e dalla magia che emana “Il Quercione”. Ci si ferma con le auto affinchè i bambini, ma non solo, possano ammirare questo straordinario albero. Enorme nel tronco e con una chioma estesissima, che nei punti più estremi tocca terra. Ebbene quest’albero è diventato “Un monumento verde”. Infatti il Ministero dei Beni Culturali ha emanato un decreto di tutela a favore della “Quercia Delle Checche”. (Dal nome della località Checche, Pienza) E questo perchè il particolarissimo albero che ha la veneranda età di 370 anni e più, è simbolo di un intero territorio e la gente della Valdorcia si identifica nel vetusto ed enorme albero come appartenente alla stessa comunità territoriale e culturale. Una sorta di simbologia antropologica. In Italia è la prima volta che un “monumento verde e vivo” viene tutelato come un edificio storico.

Tutto cominciò dopo che dei vandali arrampicandosi su di un grosso ramo presero a dondolarsi fino a provocarne la rottura. A quel punto fu costituito un comitato per tutelare questa sorta di “matriarca verde”: “SOS Quercia Delle Checche” coordinatrice Nicoletta Innocenti. Questo riconoscimento fa scattare una serie di monitoraggi sulla salute della pianta e dei provvedimenti che ne tutelino l’integrità. La zona verrà forse circoscritta a salvaguardia dell’albero e probabilmente dei pannelli informativi aiuteranno chiunque a percepire il valore di questo monumento nella Valdorcia. Un’emozione che sancisca sempre più l’importanza del rapporto tra uomo, natura, territorio.

Nunzio Dell’Annunziata

 

Condividi